Borat 2 è in corsa agli Oscar in ben due categorie: miglior attrice non protagonista e migliore sceneggiatura non originale. E proprio in virtù di ciò, ha ottenuto un particolare riconoscimento da parte del Guinness dei primati: è il film candidato agli Oscar col titolo più lungo di sempre.

Ricordiamo infatti che il titolo completo di Borat 2 è Borat – Seguito di film cinema. Consegna di portentosa bustarella a regime americano per beneficio di fu gloriosa nazione di Kazakistan, che diventa in originale Borat Subsequent Moviefilm: Delivery of Prodigious Bribe to American Regime for Make Benefit Once Glorious Nation of Kazakhstan.

Con 110 caratteri, la commedia con Sacha Baron Cohen ha battuto gli 85 caratteri del precedente detentore del titolo: Those Magnificent Men in Their Flying Machines or How I Flew from London to Paris in 25 hours 11 minutes, pellicola inglese datata 1965 nota nel nostro paese col titolo Quei temerari sulle macchine volanti.

Ecco, a seguire, il Tweet di annuncio:

 

 

Borat Seguito di film cinema: Consegna di portentosa bustarella a regime americano per beneficio di fu gloriosa nazione di Kazakistan è uscito su Amazon Prime Video il 23 ottobre.

In questo sequel Borat non è più il presentatore semisconosciuto kazako del 2006. Oggi tutti sanno chi è, quindi deve andare sotto copertura per intervistare le persone.

Il primo film, Borat – Studio culturale sull’America a beneficio della gloriosa nazione del Kazakistan, è uscito nel 2006 in America e nel 2007 in Italia. Costato 18 milioni di dollari, ne incassò poi quasi 262 a livello globale.

Cosa ne pensate di questo singolare record raggiunto da Borat 2? Potete dire la vostra, come al solito, nello spazio dei commenti in calce a questo articolo!