In occasione degli incontri stampa per Il principe cerca figlio, sequel de Il principe cerca moglie, Eddie Murphy ha potuto riflettere sulla duratura eredità della pellicola diretta da John Landis uscita al cinema nel 1988.

Parlando con Essence Eddie Murphy ha spiegato

L’eredità del Principe cerca moglie è la sua unicità, la sua rarità. Noi neri non abbiamo spesso film come quello. Il Principe cerca moglie è una commedia romantica fantasy. Di solito, quando siamo sul grande schermo è per roba “pesante”, raramente ci becchiamo un po’ di sano escapismo. Sai, andare a vedere un film senza necessariamente pensare ad altro. Il Principe cerca moglie aveva un cast all black, ma non è un film che parla di razza. Non è una di quelle pellicole che ti prende a calci in culo gridandoti “Sveglia”, “Mantieni viva la speranza!”. Nulla di tutto questo. Vai, ti godi il film e ti diverti. Parla di queste persone e di qualcuno che sta cercando di trovare il vero amore. È come un fantasy, o una fiaba. Penso che sia questa l’eredità principale della pellicola, il suo essere una delle poche commedie romantiche con un cast nero. È per questo che lo amiamo. Ed è per questo che, 30 anni dopo, lo guardiamo ancora e viene proposto a Natale. Perché è un film dolce.

Ricordiamo che il sequel di Il principe cerca moglie a direttamente in streaming il 5 marzo dopo che Amazon ha confermato ufficialmente di averlo acquisito dalla Paramount Pictures.

Ecco la sinossi:

Nel rigoglioso regno di Zamunda, Re Akeem (Eddie Murphy) è appena stato incoronato e con il suo fidato consigliere Semmi (Arsenio Hall) intraprende una nuova ed esilarante avventura che li porta ad attraversare il globo partendo dalla loro meravigliosa nazione africana fino al Queens, il quartiere di New York dove tutto è iniziato.

Il cast originale de Il principe cerca moglie (Coming to America) ritorna sullo schermo con King Jaffe Joffer (James Earl Jones), Queen Lisa (Shari Headley), Cleo McDowell (John Amos), Maurice (Louie Anderson) assieme al variopinto gruppo del barbiere del quartiere. A questo cast ricco di star si uniscono anche Wesley Snipes, Leslie Jones, Tracy Morgan, Jermaine Fowler, Bella Murphy, Rotimi, KiKi Layne, Nomzamo Mbatha e Teyana Taylor, facendo di Il principe cerca figlio la commedia più attesa dell’anno.

Il principe cerca figlio è diretto da Craig Brewer, di Paramount Pictures in collaborazione con New Republic Pictures, e prodotto da Eddie Murphy Productions e Misher Films. La sceneggiatura è scritta da Kenya Barris, Barry W. Blaustein e David Sheffield, su soggetto di Barry W. Blaustein, David Sheffield e Justin Kanew e basata sui personaggi creati da Eddie Murphy. I produttori sono Kevin Misher e Eddie Murphy, produttori esecutivi sono Brian Oliver, Bradley Fischer, Valerii An, Kenya Barris, Charisse Hewitt-Webster, Michele Imperato Stabile e Andy Berman.

Il principe cerca moglie (Coming to America) debuttò al cinema nel 1988 diventando un successo al box office con oltre 288 milioni di dollari di incassi in tutto il mondo. La commedia venne tradotta in più di 25 lingue nel mondo e conosciuta negli altri paesi con titoli come Un Prince à New York in Francia, Der Prinz aus Zamunda in Germania, Un Príncipe en Nueva York in America Latina e molti altri – per poi diventare il film iconico che tutti conosciamo e amiamo. Al di là del suo successo commerciale, il film, che rappresentava lo spirito e la cultura del suo tempo, ha saputo diventare non solo un evergreen ma anche un classico della grande commedia americana capace ancora oggi di parlare a tutte le generazioni. I personaggi memorabili e la storia di un “pesce fuor d’acqua” in cui ognuno può riconoscersi hanno conquistato il pubblico di tutto il mondo rendendo questo film un cult da vedere e rivedere negli anni.