Com’era lecito aspettarsi, la riapertura di Disneyland Paris non avverrà il prossimo 13 febbraio. A comunicarlo, con un post diffuso via social, è lo stesso parco alle porte di Parigi. Sul sito ufficiale di Disneyland Paris possiamo leggere:

A causa dell’attuale situazione sanitaria in Europa Disneyland Paris non riaprirà il 13 febbraio come inizialmente programmato.
Se le condizioni lo permetteranno, riapriremo il 2 aprile 2021 e siamo lieti di accettare prenotazioni per arrivi dalla quella data in poi. Nel contesto corrente i nostri piani sono in continua evoluzione e ti garantiamo il massimo impegno a comunicare qualsiasi aggiornamento appena disponibile. Ti invitiamo a consultare regolarmente il nostro sito web per essere sempre informato.
Se hai prenotato un soggiorno o una visita durante il periodo di chiusura, trovi qui nuove condizioni commerciali.
Ti ringraziamo per la fiducia e per la comprensione in questo periodo così difficile.

Questo il post pubblicato su Facebook:

 

 

L’andamento dell’emergenza sanitaria ha raggiunto anche in Francia cifre allarmanti. Ad oggi si contano 2.91 casi totali da inizio pandemia, 70.283 decessi e una media giornaliera di nuovi casi, negli ultimi sette giorni, pari a 20.692. A partire dal 16 gennaio, per la durata di almeno quindici giorni, in tutta la Francia è in vigore il coprifuoco dalle 18 alle sei del mattino (prima era attivo solo in alcuni dipartimenti). Come in Italia, sono previste deroghe per chi deve spostarsi per motivi familiari urgenti, di salute o di lavoro. Dopo le 18 tutti i negozi devono chiudere e, per le attività di ristorazione, è proibito l’asporto. Permesse le consegne a domicilio, che però a Parigi sono vietate dopo le 22. I trasgressori potranno essere puniti con multe di 135 euro che possono salire fino a 3750 in caso di recidiva.

Cosa ne pensate? Potete dire la vostra nello spazio dei commenti!