Scaduto l’embargo sul materiale raccolto in visita sul set del film nel 2019, Comicbook ha pubblicato una serie di curiosità a proposito di Godzilla Vs. Kong, il film di Adam Wingard in arrivo al cinema e su HBO Max il 25 marzo.

Ve ne proponiamo un elenco puntato qui di seguito:

  • Per il regista è stato importante non trattare Godzilla e Kong come “oggetti di sfondo” o due “semplici mostri grossi”, ma come personaggi. “Ad esempio [in questo modo] possiamo restare su Kong senza tornare ogni volta agli esseri umani per grosse porzioni del film perché possiamo provare emozioni e scoprire cose attraverso di lui“;
  • Come spiegato dal produttore Alex Garcia, i protagonisti hanno la missione di andare nella Terra Cava e nel farlo vogliono avere Kong al loro fianco visto che lì si celano creature inimmaginabili. Così prendono Kong da Skull Island, iniziano il viaggio verso l’Antartico e lì si imbattono in Godzilla, deciso a mantenere l’equilibrio sbaragliando ogni potenziale minaccia;
  • Shun Oguri ha descritto il suo personaggio, Ren Serizawa, spiegando che lavora per la Apex, una società privata che cerca di risolvere “il problema dei Titani”. Ren Serizawa è uno degli scienziati della Apex;
  • Il regista ha ammesso di essere cresciuto guardando film vietati ai minori come Terminator e Aliens e ha svelato che Godzilla Vs. Kong è il suo primo film che avrà un visto censura di PG-13. Il suo obiettivo è di dare carattere al film come fatto dai suoi predecessori come Gareth Edwards, Mike Dougherty e Jordan Vogt-Roberts e, anzi, di renderlo il film “più da Adam Wingard mai girato“;
  • I giornalisti hanno avuto modo di vedere il gigantesco teschio di Ghidorah sul set, che quindi continuerà a giocare un ruolo;
  • La troupe che ha lavorato al film stima che Godzilla sia alto circa 120 metri, mentre Kong 106. “È cresciuto un bel po’” ha spiegato lo scenografo. “Kong ha delle braccia molto lunghe, e Godzilla molto corte“.
  • Il film è ambientato circa cinque anni dopo gli eventi di Godzilla: King of the Monsters e più di quaranta dopo gli eventi di Kong: Skull Island;
  • Millie Bobby Brown sul suo personaggio in questo film:

    Madison è cresciuta, anche se questa è ancora una storia di crescita per lei. È cambiata tantissimo nel modo in cui affronta le cose, nel modo in cui affronta la vita, è una persona molto più forte. Cerca di seguire le orme di sua madre e in generale è più forte, indipendente e ha un’idea ben precisa su cosa ha bisogno di fare. Sono passati cinque anni e praticamente è diventata una che spacca.

  • LEGGI ANCHE: Godzilla vs Kong: ecco il trailer italiano

Il film vedrà due delle più grandi icone nella storia del cinema, uno contro l’altro – il terrificante Godzilla e il possente Kong – mentre il genere umano assisterà in bilico.

Godzilla vs Kong è diretto da Adam Wingard (“The Guest”, “You’re Next”), protagonisti Alexander Skarsgård, Millie Bobby Brown, Rebecca Hall, Brian Tyree Henry, Shun Oguri, Eiza González Jessica Henwick,  Julian Dennison, con Kyle Chandler e Demián Bichir.

Questa la sinossi:

Due leggende si scontrano in “Godzilla vs Kong”: questi mitici avversari si affronteranno infatti in una spettacolare battaglia senza precedenti, con il destino del mondo in bilico. Kong e i suoi protettori intraprenderanno un viaggio pericoloso per trovare la sua vera casa, e con loro c’è Jia, una giovane orfana con la quale ha stretto un legame forte ed unico. Ma si troveranno inaspettatamente sul cammino di un Godzilla infuriato, che sta seminando distruzione in tutto il mondo. L’epico scontro tra i due titani, istigato da forze invisibili, è solo l’inizio del mistero che giace nel profondo della Terra.

Wingard dirige da una sceneggiatura di Terry Rossio (“Pirati dei Caraibi”). Il film è prodotto da Mary Parent, Alex Garcia, Eric McLeod e Brian Rogers, con Kenji Okuhira, Yoshimitsu Banno, Jon Jashni e Thomas Tull come produttori esecutivi.  Jay Ashenfelter, Jen Conroy e Tamara Kent sono i coproduttori.