In una recente intervista per WIRED in compagnia del collega Dominic Monaghan, Billy Boyd ha parlato del Signore degli Anelli raccontando il primo incontro con Orlando Bloom, avvenuto su un aereo:

Compii 31 anni durante il viaggio per la Nuova Zelanda. Ero in aereo con Orlando Bloom, era il mio compleanno, e bevemmo una bottiglia di champagne a Londra. Poi una volta arrivati a Los Angeles, visto il fuso orario era ancora il mio compleanno, così ci siamo scolati un’altra bottiglia.

Ecco il video integrale con i due attori che rispondono alle domande più cercate su Google.

 

 

Monagan ha invece discusso con Gamespot in una chiacchierata fatta in occasione del ventennale de Il Signore degli Anelli: La Compagnia dell’Anello durante la quale ha anche spiegato di non pensare troppo a questa importante ricorrenza:

Non ci penso troppo. Non so quanto possa essere salutare per me pensarci o soffermarmi troppo sulla cosa. Ovviamente quando stavo lavorando al progetto lo amavo e ho avuto la possibilità di vivere un’esperienza che ha avuto una grandissima importanza su una larga fetta della mia esistenza. Ma non rivedo Il Signore degli Anelli da – grossomodo – quindici anni e non so neanche quale dovrebbe essere la ragione che potrebbe spingermi a rivederlo. Sono ancora molto amico con un sacco delle persone che hanno lavorato ai film. Èd è una roba grandiosa. È sensazionale far parte di un film di cui vado orgoglioso, che reputo bellissimo e che ha resistito alla prova del tempo. Per certi versi però è un film per le altre persone. Non per me. Io ci ho recitato e ho vissuto quell’esperienza. Che ho amato. Ma è compito del pubblico infondergli nuova vita.