L'extended version di The Tree of Life è stata un argomento di conversazione da ancora prima che il film uscisse nelle sale, e a distanza di tanto tempo i dubbi al riguardo non sono ancora stati chiariti.

La versione teatrale del film è da poco uscita in home video senza traccia di scene tagliate, ed è possibile che il montaggio di sei ore di cui si vociferava non sarà mai disponibile al pubblico, ma i diretti interessati continuano a parlarne alimentando le aspettative. È tornato oggi a discuterne il direttore della fotografia Emmanuel Lubezki, lo stesso che mesi fa aveva parlato del montaggio monster di 6 ore.
Questa volta Lubezki ha aggiunto dettagli interessanti per quanto riguarda il contenuto delle parti tagliate:

Ho visto montaggi della prima o seconda versione del film. C'erano cose eccezionali: erano molto più presenti i bambini e Jessica e Brad. Si sarebbe quasi potuto fare un film a parte su Sean Penn. C'è tutto un altro lato di questa storia. Nel film è rimasto quasi inesplorato.

Un dettaglio non da poco se consideriamo che lo stesso Sean Penn aveva criticato il montaggio finale approvato da Terrence Malick, arrivando addirittura a chiedersi quale fosse l'utilità del suo personaggio (ovviamente in versione adulta) all'interno del film.

Il futuro di Terrence Malick, con quattro diversi progetti in lavorazione, appare più che mai denso di impegni, e l'extended version di The Tree of Life sicuramente non entra nelle sue priorità. Possiamo comunque sperare che in futuro egli decida di fare qualcosa con la grande quantità di girato inutilizzato di cui tutti i suoi collaboratori stanno tessendo le lodi da mesi.