Logan Paul e la “pecuilare” esperienza con Oppenheimer.

Oppenheimer uscirà dopodomani nei cinema dello stivale, ma intanto, come vi abbiamo detto qualche ora fa, la pellicola di Christopher Nolan ha superato, in termini di box office, Interstellar diventando il quarto miglior incasso di sempre nella carriera dell’acclamato filmmaker.

Il lungometraggio è stato lodato in lungo e in largo sia dal pubblico che dalla stampa, ma a quanto pare fra gli estimatori dell’ultima opera di Nolan non rientra Logan Paul, la nota personalità del mondo online (da un po’ anche wrestler).

Logan Paul ha difatti spiegato di aver abbandonato una proiezione di Oppenheimer dopo pochi minuti poiché riteneva il film troppo lento. Ne ha parlato durante il suo podcast ImPaulsive, insieme ai registi australiani Danny e Michael Philippou ospiti della trasmissione per parlare del loro horror Talk to Me (GUARDA IL TRAILER ITALIANO).

Logan Paul ha dapprima svelato di aver avuto qualche problema con i primi venti minuti di Talk to me, troppo lenti a suo modo di vedere, per poi virare in zona Oppenheimer:

Sono uscito da Oppenheimer.

Quando i due registi e il co-conduttore del podcast gli chiedono delucidazioni, ha poi aggiunto:

Parlando d’altro, dopo 18 minuti d’Interstellar pensavo di andarmene perché era così lento, ma poi è diventato uno dei miei tre film preferiti. Qua non sapevo cosa stessero cercando [di fare]. “Cosa state facendo?”. Parlavano tutti e basta. Sono state un’ora e mezza, 90 minuti, di chiacchiere, solo chiacchiere. È tutta esposizione. Non succedeva nulla.

Trovate tutte le informazioni su Oppenheimer nella nostra scheda.

Cosa ne pensate di questa peculiare opinione di Logan Paul su Oppenheimer? Se siete iscritti a BadTaste+ potete dire la vostra qua sotto!

FONTE: Twitter

Classifiche consigliate