Per la terza volta consecutiva la cerimonia degli Oscar non verrà presentata da un solo conduttore. Quando manca ormai solo un mese dalla 93esima edizione degli Academy Awards, arriva (grazie alle indiscrezioni pubblicate da Deadline) la conferma di quello che si sospettava ormai da tempo (perché se vi fosse stato un nome sarebbe stato annunciato già da un pezzo): non ci sarà un solo volto sul palco della cerimonia. Secondo il sito, i produttori Jesse Collins, Stacey Sher e Steven Soderbergh avrebbero mandato offerte a quattro “importanti nomi” che si alterneranno durante la serata.

Va sottolineato che al momento non sono stati ancora decisi piani definitivi per lo svolgimento degli Oscar, a causa dell’evoluzione della pandemia, ma l’obiettivo è quello di realizzare un programma quanto più “in presenza” possibile: per questo motivo in occasione dell’annuncio delle nomination il presidente dell’Academy ha confermato che la cerimonia si svolgerà in gran parte presso la Union Station di Los Angeles, oltre che al Dolby Theatre. L’idea è che quest’ultimo ospiti le performance musicali, mentre gli ampi spazi della stazione ferroviaria permetteranno ai presentatori e ai nominati (e ai pochissimi ospiti che potranno portare) di presenziare alla serata rispettando il distanziamento. In questo senso, è possibile che i “numerosi” conduttori si alternino tra le due location.

Vi terremo aggiornati!