Oscar 2022: le premiazioni di otto categorie saranno preregistrate, scoppia il putiferio

oscar
Le premiazioni degli Oscar 2022 non avverranno tutte in diretta. L’Academy ha infatti annunciato oggi che delle 23 categorie, 8 saranno preregistrate. Si tratta di:

  • Cortometraggio documentaristico
  • Cortometraggio d’animazione
  • Cortometraggio live action
  • Montaggio
  • Trucco e parrucco
  • Colonna sonora
  • Scenografie
  • Sonoro

L’indiscrezione era trapelata ieri sera grazie all’Hollywood Reporter, e poi confermata dal presidente dell’Academy David Rubin con una lettera a tutti i membri dell’associazione. La premiazione di queste otto categorie si svolgerà al Dolby Theatre un’ora prima dell’inizio della cerimonia: si procederà con la registrazione della consegna e del discorso di accettazione, che poi verranno montati e inseriti nella cerimonia in diretta.

Si tratta di una versione simile a quella proposta nel 2018, quando l’Academy promise di mettere insieme una cerimonia più breve e di istituire l’Oscar al film più popolare – scatenando un putiferio e tornando successivamente sui propri passi. Anche in questo caso, c’è chi ha preso la notizia con filosofia e chi invece sta proponendo una rivolta social:

Non so dirvi quante persone tra quelle che parlano degli Oscar ho sentito dire “Non dovrebbero prestare attenzione a chi non presta loro attenzione. Dovrebbero prestare attenzione solo a noi”. Ma su Twitter il 15% degli utenti controlla il 90% dei contenuti. Questo non basta per creare uno show di successo. Se avete un’idea migliore per far crescere gli ascolti, ditela. Non è mai abbastanza.

Ci avevano provato nel 2018 e hanno ottenuto una reazione interna così negativa da dover tornare sui loro passi. Incoraggio tutti i membri di quelle categorie – e sono tanti – a far sentire le proprie voci.

 

La decisione è un tentativo da parte dell’Academy e del canale televisivo ABC di svecchiare un premio che quest’anno arriva alla sua 94 esima edizione e che nel 2021 ha visto sprofondare gli ascolti ai minimi storici (anche e soprattutto a causa della pandemia, che lo ha fatto slittare a fine aprile). La ABC detiene i diritti esclusivi di trasmissione fino al 2028 e finanzia la cerimonia: ha quindi una voce in capitolo piuttosto importante.

La lettera di David Rubin

Nella lettera ai membri dell’Academy, Rubin spiega:

Siamo entusiasti di presentare una 94 esima edizione degli Oscar che renda onore ai traguardi cinematografici di quest’anno e, nel contempo, intrattenga il nostro pubblico di amanti del cinema di tutto il mondo. Dopo aver ascoltato attentamente il feedback e i suggerimenti della nostra comunità e i nostri partner del network televisivo, e tutti coloro che amano gli Oscar, si è resa evidente la necessità di prendere alcune decisioni sulla trasmissione televisiva, decisioni che sono nell’interesse dello spettacolo e dell’organizzazione.

Quando decidiamo come produrre gli Oscar, riconosciamo che è un programma televisivo in diretta e che dobbiamo dare la priorità alle esigenze del pubblico televisivo per far crescere il coinvolgimento degli spettatori e mantenere il programma vitale, cinetico e rilevante. Nel contempo, pensiamo all’importanza che ha il permettere ai nostri nominati di godersi un’esperienza che capita una volta nella vita.

Per poter dare più tempo al pubblico di divertirsi ed essere coinvolto grazie a momenti comici, numeri musicali, montaggi di scene di film e tributi cinematografici, dobbiamo fare un cambiamento nella produzione dello show. Quest’anno i produttori e il gruppo di dirigenti dell’Academy che supervisiona gli Oscar ha preso la decisione, sostenuta dall’Awards Committee, che ogni categoria avrà il suo spazio nella trasmissione televisiva, sebbene otto premi verranno consegnati al Dolby Theatre nell’ora che precede l’inizio della trasmissione.

Non verranno presentati durante il pre-show o il red carpet. La cerimonia in presenza al Dolby Theatre inizierà un’ora prima, per presentare questi otto premi prima che inizi la trasmissione televisiva. Queste consegne verranno montate dai nostri team e inserite senza soluzione di continuità nella trasmissione televisiva in diretta.

Per chiarezza: tutti i nominati in tutte le categorie verranno annunciati nella trasmissione televisiva, così come tutti i discorsi di accettazione dei vincitori. Ognuno avrà il suo “Oscar moment” sul palco del Dolby Theatre, davanti a un pubblico entusiasta. Per il pubblico a casa, la trasmissione non cambierà, anche se sarà più compatta ed elettrica, grazie a questa nuova cadenza. La trasmissione terminerà con la consegna del Miglior Film dopo tre ore spaccate.

La notizia è stata comunque accolta molto negativamente dai membri delle categorie sopracitate, ma anche dagli appassionati di cinema e di Oscar che ritengono che con questo trattamento si dividano le componenti dell’industria in figli e figliastri, in una serata che dovrebbe in realtà valorizzare l’arte cinematografica in tutte le sue sfaccettature. Va detto che per lo spettatore sarà difficile notare la differenza: la scommessa dell’Academy è che (anche) grazie a questo compromesso la cerimonia di quest’anno venga percepita come meno “pesante” e ottenga ascolti più alti.

A presentare la cerimonia di quest’anno, lo ricordiamo, ci saranno Regina Hall, Amy Schumer e Wanda Skyes.

Le reazioni sui social

 

 

Classifiche consigliate

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.