Rupert Grint ha di recente parlato con The Times in occasione della promozione della seconda stagione di Servant e ha anche parlato di anonimato e pandemia.

Nel farlo ha anche ammesso di aver pensato di prendere in giro il suo collega in Harry Potter:

Sarò eternamente grato ai fan di Harry Potter e non mi rifiuto mai la richiesta di un selfie, ma a volte mi manca il mio anonimato. Almeno il lockdown mi ha permesso di andare in giro con la mascherina. Ho pensato di farmene fare una con la faccia di Dan stampata sopra.

Qualche giorno fa vi abbiamo raccontato che il debutto su Instagram di Rupert Grint è stato particolarmente trionfale. L’attore, nel presentare sua figlia Wednesday al mondo, ha battuto un record precedentemente detenuto da Sir David Attenborough e da Jennifer Aniston, ovvero raggiungere un milione di seguaci nel minor tempo possibile: quattro ore e un minuto.

Intervistato da ET per la promozione della seconda stagione di Servant, l’attore ha così commentato il suo record:

Non ci credo. È molto, molto surreale. Non pensavo che mi sarei iscritto a Instagram, ho sempre detto che non l’avrei fatto, ma poi ho pensato: “È stato un periodo così folle, allora perché no? È pazzesco”.

L’attore ha poi aggiunto:

Credo che sia stata Wednesay a rompere internet. È merito suo.