La Paramount ha siglato un accordo di prelazione, della durata di tre anni, con la Maximum Effort, la casa di produzione di Ryan Reynolds. Il contratto siglato copre ogni progetto cinematografico che verrà sviluppato dalla Maximum Efforts, a prescindere dal budget produttivo necessario. Ryan Reynolds e il suo socio George Dewey hanno lanciato la compagnia nel 2018, in seguito al successo ottenuto coi primi due Deadpool.

Il deal siglato è come una vera e propria reunion. Jim Gianopulos ed Emma Watts, rispettivamente CEO della Paramount e Presidentessa della divisione cinematografica della major, erano i dirigenti della 20Th Century Fox che avevano appoggiato in toto le idee di Ryan Reynolds per il film di Deadpool che ha trasformato il Mercenario Chiacchierone della Marvel in una vera e propria icona protagonista di una pellicola, vietata ai minori fra l’altro, capace d’incassare quasi 800 milioni a fronte di un budget inferiore ai 60 milioni.

Emma Watts dice:

Ryan è impegnato al 100% nel voler intrattenere il pubblico e lavora incessantemente in questa direzione. La sua azienda ha un nome appropriato e non vedo l’ora di avere la Maximum Effort nel nostro ovile.

Aggiunge Ryan Reynolds:

Il prossimo capitolo della Maximum Effort sarà scritto in seno alla Paramount e noi siamo davvero felicissimi della cosa. I film di Deadpool non sarebbero mai diventati realtà senza Jim Gianopulos ed Emma Watts e, per quel che mi riguarda, ho piena fiducia nell’inuitot e nell’istinto cinematografico di Emma. Ci meritiamo di poter tornare al cinema e siamo emozionatissimi al pensiero di poterlo fare con Jim, Emma e il team Paramount.

Chiaramente, la terza pellicola dedicata a Deadpool, sarà prodotta dalla Disney nonostante l’accordo fra la compagnia della star canadese e la Paramount. Il prossimo film in arrivo prodotto dalla Maximum Effort è Free Guy, in uscita al cinema il prossimo agosto con 20Th century Studios e Disney.