Nel corso di un confronto con Pedro Pascal per l’Actors on Actors di Variety, Ewan McGregor è tornato a parlare della sua esperienza con i film di Star Wars concentrandosi nello specifico su Yoda.

L’attore ha ricordato il “trauma” del dover fare i conti con una versione digitale del personaggio:

Per il primo film ebbi la fortuna di girare le mie scene con il pupazzo di Yoda. Era straordinario, perché recitavo con lui, non riuscivo a credere di essere in scena con Yoda. C’erano così tante persone ad animarlo, il pavimento era rialzato in modo tale che potessero muoverlo da sotto, e noi camminavamo insieme fianco a fianco, perché era vivo. Poi ogni volta che George [Lucas] urlava “stop”, Yoda moriva visto che tutti si fermavano. Era un po’ inquietante ogni volta che finivamo una scena.

Poi per il secondo e il terzo film lo sostituirono con una versione digitale, e non era neanche lontanamente avvincente. E poi, avevamo sempre conosciuto Yoda come pupazzo, sin dai primi film, perciò quando fu reso in digitale all’improvviso, non sembrava più Yoda.

Ho trovato interessante che abbiano usato di nuovo un vero pupazzo con la tua serie [The Mandalorian].

yoda

Rivedremo Ewan McGregor nei panni di Obi-Wan nella serie di Star Wars targata Disney+ attesa per l’anno prossimo. Nel cast troviamo anche Hayden Christensen, Moses Ingram, Joel Edgerton, Bonnie Piesse, Kumail Nanjiani, Indira Varma, Rupert Friend, O’Shea Jackson Jr., Sung Kang, Simone Kessell e Benny Safdie. La storia racconterà quanto accaduto al cavaliere jedi dopo lo scontro con il suo ex padawan Anakin.