Come previsto, il rinvio di No Time to Die a ottobre 2021 ha generato una sorta di reazione a catena: diverse altre major hanno spostato le date di uscita dei loro film, e sebbene la Universal non abbia ancora annunciato lo slittamento di Fast & Furious 9 è difficile che il blockbuster mantenga la sua data di uscita al 28 maggio.

Ma andiamo con ordine. Ecco la lista di tutti i rinvii delle ultime ore:

  • Nobody (Universal): dal 26 febbraio al 2 aprile
  • Peter Rabbit  2: The Runaway (Sony): dal 2 aprile all’11 giugno
  • Cinderella (Sony): dal 5 febbraio al 16 luglio
  • Uncharted (Sony): dal 16 luglio all’11 febbraio 2022
  • Ghostbusters: Legacy (Sony): all’11 giugno all’11 novembre
  • Morbius (Sony): dall’8 ottobre al 21 gennaio 2022
  • Last Night in Soho (Universal): dal 23 aprile al 22 ottobre
  • Antlers (Searchlight): doveva uscire nel 2020, ora uscirà il 29 ottobre

Le nuove date riflettono la consapevolezza che negli Stati Uniti e in Europa ci vorrà ancora del tempo prima che la popolazione venga vaccinata, calino sensibilmente i contagi e si possa progettare un ritorno alla normalità con le relative riaperture. Il cinema, al contrario di altre attività, ha bisogno di programmazione, promozione e organizzazione, per questo motivo le major prendono tempo allontanandosi in particolare dal (solitamente proficuo) weekend di Pasqua. Non è da escludere che vi siano ulteriori rinvii, attualmente l’unica a non aver modificato le proprie date, forte della decisione di distribuire i propri film in contemporanea al cinema e sulla piattaforma streaming HBO Max. Ecco quindi che negli USA il prossimo film in uscita sarà Fino all’ultimo indizio, la cui uscita è fissata al 29 gennaio, seguito da Raya e l’ultimo drago (Disney, uscirà al cinema e su Disney+) e Chaos Walking il 5 marzo. Ricordiamo che Wonder Woman 1984 ha incassato complessivamente 142 milioni di dollari in tutto il mondo.

Ovviamente vi terremo aggiornati nel caso vi siano ulteriori slittamenti.

Fonte: Deadline