Eternals: il gigantesco spoiler fatto da Variety, ripreso a ruota dalle testate italiane, fa imbestialire il fandom

eternals
Eternals
di Chloé Zhao
3 novembre 2021 al cinema
Normalmente, quando si ha la possibilità di vedere con largo anticipo un blockbuster molto atteso come Eternals, la prassi vuole che la stampa si astenga dal pubblicare degli spoiler che possano in qualche modo inficiare la visione della pellicola da parte di chi dovrà attendere ancora a lungo prima di vederla al cinema.

Badate bene: non parliamo della situazione, parimenti fastidiosa per alcuni, di un lungometraggio che viene distribuito prima in un mercato e poi, dopo 7, 10, 20 giorni in un altro. Un iter, questo, che porta alla sacrosanta discussione di elementi più o meno fondamentali della trama del medesimo da parte della stampa, e degli spettatori, di quel dato paese in cui il film è già disponibile. In Europa, di recente, abbiamo vissuto una situazione così con Venom: la furia di Carnage, uscito il primo ottobre negli Stati Uniti e a metà ottobre in svariate piazze del Vecchio Continente, Italia inclusa. Chi è solito navigare il web con assiduità frequentando i social, sarà quasi sicuramente incappato in qualche rivelazione attinente alla scena post-crediti. Purtroppo, in un contesto come quello, c’è poco da fare: si tratta di libere chiacchiere fatte dalle persone e di articoli e approfondimenti fatte da testate che hanno tutto il diritto di farlo. La scelta di adoperare o meno cautele nei titoli degli articoli è tutta una questione di linee editoriali, condivisibili o meno, adottate singolarmente dai vari magazine. Tecnicamente però, si sta parlando di un’opera che è fruibile da chiunque lo desideri. Gli stessi americani, di riflesso, hanno avuto lo stesso trattamento con No Time to Die, considerato che l’ultimo Bond movie di Daniel Craig è uscito in Inghilterra e in Europa con 7,8 giorni di anticipo.

Quanto successo con Eternals è, invece, profondamente differente.

In buona sostanza è accaduto che non uno, ma ben due senior editor di Variety, Matt Donnelly e Marc Malkin (quest’ultimo, fra l’altro, è il senior editor degli eventi culturali e di spettacolo e ha un accesso sicuro e garantito ai talent che normali e anche importanti siti d’intrattenimento non potrebbero mai e poi mai avere), hanno svelato su Twitter quale personaggio compare in una delle scene post-crediti di Eternals e chi è che lo interpreta. Ovviamente, noi non eravamo presenti alla World Premiere di Los Angeles e non possiamo sapere cosa ci fosse o non fosse scritto sulle lettere d’invito mandate ai partecipanti, ma conoscendo un minimo questo settore possiamo ipotizzare che fosse sicuramente presente una riga dedicata al non fare spoiler a mezzo stampa o social per non rovinare l’esperienza al pubblico che dovrà necessariamente attendere giorni e giorni prima di poter vedere il film. Sappiamo bene che è comunque difficile anche in eventi prestigiosi come una premiere mondiale (o continentale, come le tante a cui noi stessi abbiamo partecipato prima del COVID) mantenere una vera e propria “tenuta stagna” anti-spoiler, ma chi fa il nostro lavoro dovrebbe in primis adottare una determinata deontologia atta a mantenere dei rapporti di rispetto reciproco con i lettori, ancor prima che con la major di turno che ha allestito la premiere. Per quel che ci riguarda, non riporteremo lo spoiler nello specifico. Per completezza d’informazione, linkiamo i tweet incriminati di Matt Donnelly e Marc Malkin e, se deciderete di cliccare, sarà una vostra decisione autonoma. L’informazione è stata però ripresa da svariate testate italiane di settore e non, che hanno deciso di riportare l’informazione a caratteri cubitali nei titoli. C’è chi cita, come la videoludica Everyeye o la modaiola Vanity Fair, l’ingresso di quella data persona nel cast dell’Universo Marvel senza specificare a chiare lettere nel titolo l’ovvia pellicola in cui avverrà questa entree, Eternals appunto, e chi come Rolling Stone o Sky decide di giocare a carte scoperte citando il personaggio e chi lo interpreta. Curioso notare come Vanity fair sia stata così attenta da utilizzare un linguaggio inclusivo nell’occhiello del pezzo – “Pront* a vedere” etc etc – fregandosene altamente di preservare l’effetto sorpresa.

Che poi, siamo onesti: una volta che il latte viene versato, i giochi sono fatti. Nel momento in cui due senior editor di una delle testate d’intrattenimento più importanti del mondo decidono di twittare quello che hanno twittato, la notizia è là fuori, pronta a essere ripresa da un lato da parte delle testate di mezzo mondo, dall’altra da tutte quelle persone che non sono poi così interessate al rischio spoiler (sì, esistono anche questi individui, per quanto i fan duri e puri di questo o quel franchise possano stentare a crederlo). Riteniamo però che, in virtù di quel rapporto di mutuo, reciproco rispetto esistente fra una testata e chi rende possibile la sua esistenza, i lettori e le lettrici, una notizia come questa debba eventualmente essere fornita con tutte le cautele del caso, proprio perché mancano due settimane all’uscita del film e il 99,9% delle persone in attesa là fuori non ha la possibilità di vedersi una pellicola come Eternals con così largo anticipo perché, magari, deve farsi due chiacchierate col cast del film. Come sapete, noi di Badtaste cerchiamo – nei limiti del possibile e della libertà di espressione e cronaca – di mantenere un approccio il più possibile rispettoso delle esigenze di chi il prodotto di fiction l’ha realizzato, di chi lo deve vedere e… di noi stessi che dobbiamo parlarne. Grazie al suggerimento dei fratelli Russo, abbiamo adottato anche noi una finestra di circa 15 giorni per quel che concerne pellicole molto attese, come fu al tempo Avengers: Endgame, e quando capita una situazione in stile Venom: la furia di Carnage, l’articolo con l’eventuale descrizione delle scene post-crediti viene pubblicato senza specificare, nel titolo, le informazioni salienti, aggiungendo, fra l’altro, anche l’apposito tag spoiler. Per le serie Tv, chiaramente, i contorni diventano più sfumati a seconda che si tratti di una produzione rilasciata in blocco stile Netflix o settimanalmente. Con la consapevolezza che accontentare tutti è e sarà sempre impossibile: sappiamo bene che esistono persone ancora all’oscuro del fatto che *SPOILER ALERT* Darth Vader è il padre di Luke Skywalker e Leia Organa.

Ma sappiamo anche che, alla luce di un caso come quello di Eternals, il tweet di Asad Ayaz, il Presidente del Marketing della Disney, arriva decisamente fuori tempo massimo. Come testimoniato dai numerosi tweet di risposta che sono arrivati da parte sia dei fan che di altri giornalisti e blogger americani.

 

 

PREACQUISTA IL BIGLIETTO PER LA PROIEZIONE EVENTO DI ETERNALS IN SALA ENERGIA

Nei fumetti, gli Eterni sono stati creati milioni di anni fa tramite esperimenti dei Celestiali. Gli Eterni terrestri fisicamente sembrano come noi, ma hanno abilità straordinarie come super forza, capacità di volare, teletrasporto, controllo della mente e così via. Hanno vissuto in città spaziali e hanno difeso la Terra da varie minacce. Nella storia hanno ispirato antiche divinità come gli dei romani, greci e norreni. Il film si concentrerà principalmente su una manciata di loro.

Scritto da Matthew e Ryan Firpo, Gli Eterni è diretto da Chloe Zhao e vede nel cast Angelina Jolie (Thena), Richard Madden (Icarus), Gemma Chan (Sersi), Salma Hayek (Ajax), Kumail Nanjani (Kingo), Lauren Ridloff (Makkari), Brian Tyree Henry (Phastos), Lia McHugh (Sprite), Don Lee (Gilgamesh).

Cosa ne pensate? Quanto attendete l’ultima fatica di Chloé Zhao, Eternals? Ditecelo nei commenti qua sotto!

Approfondimenti sui Marvel Studios

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.

  • giovedì
    • 16:00 BAD Week
  • venerdì
    • 14:30 BAD Comics
  • lunedì
    • 16:30 BAD Games