Ghostbusters: Legacy, McKenna Grace ci spiega quanto si sia ispirata ad Harold Ramis per la sua Phoebe

Ghostbusters: Legacy è da ieri nei cinema dello stivale. Nella pellicola diretta da Jason Reitman, figlio di quell’Ivan che nel 1984 ci ha regalato il primo, indimenticabile film della saga, McKenna Grace interpreta Phoebe Spengler, la nipote di Egon Spengler, l’Acchiappafantasmi interpretato da Harold Ramis (che è stato anche sceneggiatore, insieme a Dan Aykroyd, del cult anni ottanta).

Su invito della Sony, abbiamo avuto la possibilità di partecipare al junket virtuale della pellicola occasione durante la quale abbiamo avuto modo di chiacchierare anche con McKenna Grace e di domandarle quanto si sia ispirata alla recitazione del compianto Harold Ramis per la costruzione del suo personaggio.

Ecco cosa ci ha raccontato:

D: MCKenna, molto nella tua recitazione sembra fatto per ricordare Harold Ramis. Quanto di questo lavoro viene direttamente da te e quanto dalle indicazioni di regia di Jason Reitman?

R: Beh, ovviamente Phoebe ricorda tantissimo Harold Ramis ed Egon. Abbiamo provato a guardare le sue interpretazioni e a copiare un po’ delle sue mosse, ma non volevo che Phoebe fosse un’imitazione di Harold perché, sebbene lo ricordi, è un personaggio completamente diverso. È stato difficile crearla, Jason ed io abbiamo lavorato duramente avevamo come obbiettivo quello di creare una sorta di fusione perfetta fra l’originale e qualcosa di nostro. È stato divertente e sono davvero felice del risultato.

Questo il video integrale dell’intervista fatta con McKenna Grace e Finn Wolfhard che, nella pellicola, interpreta suo fratello Trevor:

 

 

Ma di Harold Ramis ha parlato anche Paul Rudd durante la sua ospitata allo show di Stephen Colbert (ecco l’estratto su YouTube) in cui ha spiegato:

Sono un così grande fan di Harold Ramis. Ghostbusters è uno di quei film che guardi e pensi “Ogni singola persona presente è davvero brillante”. E mi sono sentito in questo modo verso tutti, non solo verso i Ghostbusters, ma anche nei confronti di Rick Moranis e Sigourney Weaver. Considerato che conosco questo film da una vita intera è stato incredibile ritrovarmi a lavorare con Jason Reitman, figlio del regista dell’originale.

Poi è proprio Ivan Reitman ad aggiungere, dalle pagine di ComicBook, delle ulteriori informazioni sul tributo ad Harold Ramis attuato tramite la costruzione di una storia che rotea tutto intorno alla sua assenza:

Mi è sembrato giusto percorrere questa strada fin dall’inizio proprio perché lui non è più qui con noi. Elemento questo che è anche la ragione principale del perché non riuscivo a contemplare l’idea di dirigere io stesso un sequel di Ghostbusters. Quando Jason mi ha illustrato questa grande idea abbiamo apprezzato subito l’intelligenza alla base di essa anche come veicolo per introdurre una nuova generazione di persone che, forse, potranno essere il futuro di Ghostbusters.

Questa la sinossi di Ghostbusters: Legacy:

Arrivati in una piccola città, una madre single e i suoi due figli iniziano a scoprire la loro connessione con gli Acchiappafantasmi originali e la segreta eredità lasciata dal nonno. Ghostbusters: Legacy è scritto da Jason Reitman & Gil Kenan.

Il film è prodotto dalla Ghost Corps, casa di produzione presente negli studi Sony a Culver City. A scrivere il progetto insieme a Reitman anche Gil Kenan.

A più di trent’anni dall’uscita nelle sale dell’iconico Ghostbusters, il cast originale, composto da Bill Murray, Dan Aykroyd, Ernie Hudson, Sigourney Weaver e Annie Potts, sarà di nuovo insieme per ridar vita a una delle saghe cinematografiche più amate della storia.

Vi ricordiamo che potete seguire il team di BadTaste anche su Twitch!