La recensione di Antipop, il documentario di Jacopo Farina su Cosmo, disponibile dal 1° marzo su Mubi

Tutto quello che gira intorno alla musica senza essere la musica fa parte della costruzione dell’identità dell’artista che la suona o canta. La videomusica in particolare, dai videoclip (molto forti ieri) ai documentari musicali (molto forti oggi), è un pezzo cruciale della costruzione di questa identità. Antipop è un documentario su Cosmo diretto da Jacopo Farina, già regista dei suoi video musicali, e questo fa: contribuisce alla costruzione dell’identità di Cosmo. O per dirla in un’altra maniera aggiunge un altro livello di lettura alla musica mentre ne favorisce il commercio identificando un target preciso. Tuttavia la direzione che viene scelta, e quindi il tipo di identità che viene qui raccontata, è spiazzante per onestà intellettuale, concretezza biografica e senso dell’empatia. Questo è l’esatto opposto di un documentario a scopo di marketing, anche se il suo effetto rimane q...