La nostra recensione di Emila Perez, nuovo film di Jacques Audiard presentato in concorso al Festival di Cannes 2024

Emila Perez prosegue e allo stesso tempo rinnova le traiettorie del cinema di Jacques Audiard. Il cineasta francese, grande narratore di emarginati e di criminali, qui racconta la storia di un boss del cartello messicano, Manitas, che chiede a un’avvocatessa di successo (Zoe Saldana) di aiutarlo a cambiare sesso, per diventare la donna che ha sempre sognato.

La questione dell’identità di genere, già presente nel precedente Les Olympiades viene messa in scena attraverso il musical e la commedia, che stempera a sorpresa l’elemento crime. La prima dimensione è perfettamente in linea con la poetica del regista, spesso correlata al ballo e alla musica elettronica, mentre in Emilia Perez sono gli stessi personaggi a lanciarsi in performance canore con testi significativi, mentre chi gli sta attorno fa da coreografia. La seconda, invece, caratterizzava già