Ci sono diverse ragioni per le quali Una donna promettente, nonostante l’impegno e tutto il buon mestiere che mette in campo, alla fine della sua corsa suona deludente. Sono ragioni che hanno a che vedere con la missione che Emerald Fennell si prefigge, con l’atteggiamento che sceglie di tenere e con i molti (troppi) doveri che il film sente di avere.

L’impostazione è sostanzialmente quella del revenge movie, una donna con un trauma (che scopriamo lentamente) trascura tutto per dedicare la propria vita a perseguire i predatori sessuali. Come Il giustiziere della notte anche la protagonista di notte si aggira per fare lei quel che la giustizia non riesce a fare. Nei bar e nei locali si finge ubriaca al punto che non sembra troppo difficile approfittarsi di lei. Lascia che le sue vittime credano che lei sia una possibile vittima, che la portino a casa loro e inizino effettivamente ad approfittarsene, si assicura che non si fermino di fronte ai suoi mugugni contrari prima e ad una ...