Domenica sera sul canale televisivo americano ABC è stato trasmesso un tributo dedicato a Chadwick Boseman, morto a 43 anni venerdì sera a causa di un cancro al colon. La Disney (proprietaria del network) ha mandato in onda Black Panther senza interruzioni pubblicitarie, e ha poi trasmesso uno speciale realizzato dai Marvel Studios utilizzando scene dietro le quinte dei film Marvel cui Boseman ha partecipato inframmezzate da commenti del cast e della troupe come il produttore Nate Moore, il regista Ryan Coogler e poi Robert Downey Jr., Chris Evans, Scarlett Johansson, Letitia Wright, Angela Bassett. Il video mostra anche numerosi momenti d’incontro con i fan, dalle convention alle premiere alle anteprime nei cinema, e si conclude con la scritta “Sarai sempre il nostro re”.

Durante la serata sono intervenuti in diretta diversi altri colleghi di Boseman, tra cui Robert Downey Jr, che ha raccontato:

Verso la fine delle riprese del terzo Avengers, Infinity War, abbiamo avuto la possibilità di incontrarci tutti insieme. Anche solo il modo in cui è arrivato sul set… era in un momento di enorme successo, ma continuava a essere umile, lavorava duramente sempre con il sorriso sulle labbra.

Sei o sette settimane fa l’ho contattato, l’omicidio di George Floyd era appena successo e lui mi ha fatto riflettere molto in un momento in cui ero deciso ad ascoltare gli altri su questo argomento. Black Panther è stato senza dubbio il gioiello della corona dell’universo Marvek. Quello in cui abbiamo capito che il pubblico voleva davvero più diversità. È un film fantastico che ha livellato il campo di gioco. Ora rimane un vuoto, senza di lui.

 

Ecco poi i messaggi dei vari attori dei Marvel Studios:

 

Robin Roberts – sopravvissuta al cancro – ha anche parlato della generosità di Boseman, che visitava spessissimo bambini malati di cancro in ospedale e in particolare al St. Jude Children’s Research Hospital. Phulicia Rashad, mentore dell’attore quando insegnava alla Howard University, ha poi ricordato:

Ricevetti una chiamata da uno degli studenti della classe che mi disse: “Ms Rashad, volevamo farle sapere che abbiamo fatto le audizioni per il corso estivo della British Academy of Dramatic Arts, e siamo stati presi.” Risposi: “Beh, è fantastico!” E lui mi disse: “Non andremo, però, perché è troppo costoso”. Dissi loro di fare le valigie. Chiamai un amico e ne parlammo per qualche minuto, a quel punto trovammo i soldi.

L’amico in questione era Denzel Washington, che Boseman ringraziò pubblicamente durante la sua presentazione al tributo dell’AFI qualche anno fa: “Black Panther non ci sarebbe stato senza Denzel Washington”.