Come è nato Val, il documentario su Val Kilmer fatto con i filmati “fatti in casa”

Val
su Prime Video
Più o meno come il film dell’infanzia. Ma montato e diretto da professionisti ed esteso a tutto il lasso di vita dalle prime passioni per l’audiovisivo fino al successo. Questo è Val, il documentario su Val Kilmer basato sui filmati che l’attore ha realizzato sin dalla più tenera età. La premiere dell’opera si è svolta quest’oggi nella cornice del Festival di Cannes.

Potete ammirare il trailer del film Val in cima a questo articolo, presto arriverà anche la nostra recensione del film.

Un interessante articolo dell’Hollywood Reporter racconta la genesi dell’opera. Il progetto del film è nato nel 2011 quando Val Kilmer conobbe il montatore Leo Scott, che lo stava aiutando a montare le riprese dello spettacolo Citizen Twain.

Kilmer, classe 1959 è il secondo di tre figli. Trascorse la sua infanzia con il padre e i fratelli Mark e Wesley, dopo che l’uomo divorziò con la madre. Per intrattenersi i tre ragazzi passavano le ore a filmare la loro vita e a creare dei film domestici. Li hanno poi archiviati ammassando ore e ore di girato nello scantinato. Una grande tragedia colpì la famiglia Kilmer: Wesley, il maggiore dei tre, morì nel 1977 annegando in una piscina. Era lui che faceva da regia al progetto dei video famigliari e che aveva avuto l’idea di filmare. 

Per onorare la memoria di Wesley, Val Kilmer continuò la tradizione di famiglia e non abbandonò la videocamera. Probabilmente fu anche grazie a questa scelta che iniziò ad interessarsi al mondo del cinema. Continuò infatti a filmare la vita famigliare anche quando la sua carriera, prima teatrale e poi cinematografica, era decollata. Ha archiviato un’incredibile quantità di materiale proprio dal suo percorso umano e di star.

La presenza sullo schermo dell’ex interprete di Batman è molto diminuita negli ultimi anni  a causa di un tumore alla gola e della successiva tracheotomia. In quegli anni di pausa i montatori Leo Scott e Ting Poo l’hanno convinto a riesumare le pellicole archiviate nel suo seminterrato per lavorarle e montarle in un documentario.

Per realizzare Val, sono stati recuperati e digitalizzati tutti i filmati per un totale di più di cento ore. All’interno dei filmati girati dalla videocamera di Val Kilmer ci sono dietro le quinte da celebri set come quelli di Top Gun, Batman Forever, Tombstone. Il film promette di non risparmiare nemmeno i momenti di tensione durante le riprese de L’isola perduta la cui produzione fu problematica e l’insuccesso al botteghino clamoroso.

Casi di successo ed epici disastri, insomma, osservati da un punto privilegiato nel film che verrà distribuito da Amazon Studios e A24.

Ad accompagnare le immagini anche la voce di Jack Kilmer, fratello di Val, come narratore che parla nel film come se fosse il padre scomparso negli anni ’90 che osserva i propri figli. Chiude così il cerchio di un film famigliare, ma anche di un simbolo di resilienza per la star dopo la terribile malattia che l’ha colpito privandolo, si spera momentaneamente, della propria voce.

La release del film è prevista su Amazon Prime Video il 6 agosto. 

Fonte: Hollywood Reporter

Classifiche consigliate

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.