Disneyland Paris ha riaperto i battenti questo weekend (proprio mentre il parco originale di Anaheim compiva 65 anni), e sui social hanno iniziato a comparire foto e video dei visitatori che, muniti di mascherina, sono tornati a popolare le attrazioni a Marne-la-vallée.

Numerosi sono i cambiamenti che sono stati apportati per rispettare i regolamenti di prevenzione della diffusione del Coronavirus: si va dall’obbligo di prenotazione a quello di indossare la mascherina (per tutti gli addetti e per i visitatori maggiori di 11 anni, tranne mentre si mangia), al rispetto del distanziamento sociale e della sanitizzazione.

Sono stati aboliti temporaneamente parate, meet & greet (sostituiti da punti selfie) e spettacoli pirotecnici, mentre i ristoranti operano a capacità ridotta e favoriscono il take away. Alcune attrazioni hanno sedute limitate, e in generale il parco sta accogliendo solo il 15% dei visitatori potenziali.

Dalle prime immagini sembra che la riapertura sia stata nettamente più ordinata di quella di DisneyWorld: nessuna calca e non sembrano esserci particolari code, anche perché i visitatori non sono tantissimi e rispettano il distanziamento sociale.

In quest’immagine vediamo una delle misure attuate per costringere tutti a tenere le mascherine anche sulle attrazioni: le foto scattate durante le corse in cui compaiono visitatori senza mascherina vengono cancellate.

Ecco invece alcuni esempi di marcatori sul terreno per il rispetto del distanziamento sociale:

Nelle code che si sviluppano al chiuso e nei punti dove sono presenti gli addetti per i tornelli sono stati allestiti pannelli di plexiglass:

Questi infine i “selfie spot” che sostituiscono i meet & greet:

In testa all’articolo potete vedere un tour di un’ora del parco realizzato nel corso del weekend, qui sotto trovate invece altre immagini.