Francesco Alò ci parla di R.M.N., un film di Cristian Mungiu con Judith State e Marin Grigore in concorso alla 75 esima edizione del Festival di Cannes.

R.M.N. – LA TRAMA

Qualche giorno prima di Natale, avendo lasciato il suo lavoro in Germania, Matthias torna nel suo villaggio multietnico in Transilvania. Vorrebbe essere maggiormente coinvolto nell’educazione di suo figlio, Rudi, lasciato per troppo tempo nelle cure della madre Ana, e per liberarlo delle paure irrisolte che lo tengono in ostaggio. È preoccupato anche per il suo anziano padre, Otto, e non vede l’ora di rivedere la sua ex amante Csilla. Quando alcuni nuovi impiegati vengono assunti nella piccola fabbrica gestita da Csilla, la pace della comunità viene disturbata, gli adulti vengono travolti dai timori e frustrazioni, conflitti e passioni trapelano dalla sottile patina di apparente calma e comprensione.