Imperium vol. 1: Collezionista di Mostri, anteprima 01Una guerra senza esclusione di colpi. Una guerra per il raggiungimento di un’utopia, un sogno, un mondo in cui vivere in pace e in armonia dove, grazie all’aiuto degli psioti, non esistono più odio, guerre e malattie. Toyo Harada ha gettato via la maschera che ha indossato per anni e ora combatte in prima linea la sua crociata per liberare il mondo dal giogo dei potenti e stabilire un nuovo ordine mondiale in cui il potere di essere come lui è messo al servizio della collettività.

Per perseguire questo obiettivo, Harada si è impossessato della super-portaerei americana Bush e fondato un piccolo stato al confine con la Somalia dove applicare i dettami della sua dottrina e mostrare al mondo intero che il suo sistema funziona e può essere applicato. Ma come spesso accade, affinché una rivoluzione possa concretizzarsi, bisogna pagare un prezzo, un tributo di sangue molto elevato e per questo Harada arruolerà i mercenari più spietati, disposti a tutto.

Anche la Fondazione Spirito Nascente prepara le giuste contromosse, schierando gli H.A.R.D. Corps ed ergendosi a estremo baluardo del mondo. Non tutte le pedine sono sullo scacchiere, entrambe le fazioni possiedono ancora qualche asso nella manica da giocare al momento opportuno. Che la battaglia abbia inizio.

Imperium vol. 1: Collezionista di Mostri, anteprima 02Questo l’incipit narrativo del primo volume dedicato a Imperium, serie interamente dedicata al cattivo per eccellenza dell’universo narrativo Valiant, Toyo Harada. Dopo i fatti narrati sulle pagine di Harbinger vol. 6: Omega, lo scrittore Joshua Dysart prosegue la sua opera di costruzione e approfondimento di un personaggio che, uscito dall’ombra, sta catalizzando su di sé l’attenzione e l’odio del pianeta intero.

Con una costanza e una qualità sempre maggiore, il corpus letterario di casa Valiant cresce in maniera esponenziale mese dopo mese. La ormai tradizionale capacità degli autori di queste serie di aderire a tematiche attuali si rinnova e si colora questa volta di tinte decisamente più oscure. Non è facile, infatti, rintracciare negli albi di case editrici più blasonate divagazioni della stessa portata sui temi della guerra, delle industrie belliche e delle potenze mondiali che alimentano i numerosi conflitti che si susseguono nella periferia del mondo. A questo aggiungete una attenta e profonda riflessione sugli scontri ideologici, le rivoluzioni di pensiero e le battaglie che hanno accompagnato cambiamenti così radicali del nostro modo di intendere e concepire l’esistenza.

Dysart è bravo nel realizzare una storia che nell’immediato saprà conquistarvi grazie al suo ritmo serrato, veloce in cui veramente pochi saranno gli attimi in cui vi fermerete a riflettere. Azione, scontri tra esseri potenziati, giochi di potere e spionaggio condiscono una narrazione ricca di thrilling che i tanti colpi di scena rendono ancora più piacevole e accattivante.

Imperium vol. 1: Collezionista di Mostri, anteprima 03Giunti al termine della lettura, però, i tanti proclami cui abbiamo assistito, la veemenza di certe affermazioni e la disperazione di alcune scelte vi spingeranno a soffermarvi ulteriormente su quanto accaduto: questa è la vera marcia in più della serie. Dysart non si fa tanti scrupoli nel raccontarci una realtà che non è edulcorata o immaginaria, ma nasce dall’orrore e dalla violenza che quotidianamente scorre nei telegiornali o in rete. Attraverso i suoi personaggi, si fa portavoce di quella fetta di popolazione mondiale che si pone domande circa la reale e fattiva volontà da parte delle potenze mondiali di risolvere questi conflitti. Con un’interessante operazione di ribaltamento la narrazione tende a contrapporre la visione utopica di un futuro fatto di pace e armonia a quella di un mondo in cui le lobby guerrafondaie continueranno ad alimentare focolai che, al contempo, fingeranno di spegnere.

Davvero Toyo Harada e le sue idee rappresentano il male contro cui unirsi in fronte comune? Di certo Mr. Kozol e la sua politica di gestione e intervento dell’H.A.R.D. Corps non sono un esempio di rettitudine e corretta morale, anzi; frequenti sono le occasioni in cui si sporcheranno le mani a loro volta. E allora, da quale parte schierarsi? Verso quale fazione saranno rivolte le vostre attenzioni?

Imperium vol. 1: Collezionista di Mostri, anteprima 04Collezionista di Mostri è una storia emozionante e ricca di sorprese che getta i semi per i futuri sviluppi di questa interessantissima serie, supportata dall’ennesima eccellente prova di Doug Braithwaite: le sue matite riescono a mantenere la stessa espressività e la stessa cura maniacale per i dettagli sia nelle scene più dinamiche che si svolgono all’esterno, che in quelle dei fitti dialoghi all’interno di basi spaziali, sottomarini e portaerei. Il suo stile realistico ben si adatta al tono drammatico e adulto che pervade i primi quattro capitoli di quest’avvincente titolo e si esalta nelle prime pagine quando si lancia nella creazione di un futuro visionario estremamente raffinato e curato.

Non importa che siate dei cultori dell’Universo Valiant o dei neofiti: Imperium rappresenta un buon punto d’ingresso per quest’affascinante avventura grazie alla creazione di storie che, seppur collegate a una tradizione ben solida, riesce ad avanzare in maniera autonoma e perfettamente fruibile anche a chi non conosce il passato dei personaggi coinvolti. Merito anche delle note introduttive e dell’attenta promozione messa in atto da Edizioni Star Comics che consente di entrare subito in sintonia con gli eventi narrati. Il volume scorre veloce e piacevolmente, offrendo corposi e interessanti spunti di riflessione che permetteranno a un fumetto supereroistico di abbattere ogni limite di genere e risultare una lettura stimolante anche per chi non è propenso a questo mondo.

Il mondo si appresta a vivere uno scontro che potrebbe sconvolgerne la sua stessa esistenza. Voi avete scelto da che parte stare?