Brand New Day è l’undicesimo episodio della settima stagione di Agents of SHIELD, nel quale dopo tanto tempo rivediamo Fitz, anche se il suo destino non è ancora del tutto chiaro.

 

 

Scopriamo le curiosità nascoste in questo episodio con la nostra rubrica Behind Agents of SHIELD!

 

Proprio come Nakatomi Plaza… Yippie-ki-yay?

 

Deke paragona la situazione dello Zephyr alla Nakatomi Plaza, citazione al film Trappola di Cristallo; qualche secondo dopo, appena viene scoperto da Garrett, usa la stessa esclamazione per cui è diventato celebre John McClane, il personaggio di Bruce Willis.

 

Ho sempre voluto far parte di qualcosa di più grande.

 

Garrett osserva l’attacco delle navi Chronicon, pronunciando una frase che cita un celebre discorso di Nick Fury che lo aveva colpito, riguardo al quale la sua versione anziana aveva già confessato di essere rimasto molto colpito.

 

La vecchia linea per cui lottavate è andata da tempo.

 

Kora conferma che tutti i viaggi temporali effettuati dagli agenti SHIELD hanno creato una nuova linea temporale, confermando che non sono riusciti a fare solo increspature, ma onde che hanno effettivamente modificato il corso degli eventi. Questo è confermato dall’esistenza di Daisy nonostante la morte della madre, oltre al fatto che i personaggi hanno ancora ricordi della linea temporale originale. È una spiegazione coerente con quanto narrato in Avengers: Endgame, confermando il fatto che Agents of SHIELD è ancora in continuity con l’Universo Cinematografico Marvel, ma in quest’ultima stagione i personaggi si sono spostati in un’altra linea temporale (in modo non dissimile da quanto ha fatto Loki).

 

 

BEHIND AGENTS OF SHIELD

STAGIONE 1

STAGIONE 2

STAGIONE 3

STAGIONE 4

STAGIONE 5

STAGIONE 6

STAGIONE 7