La versione originale di questo articolo è stata pubblicata lo scorso gennaio su BGeek.it

 

LEGGI ANCHE:

 

Bentornati al settimanale appuntamento con BGeek e il nostro approfondimento alla saga che ha stravolto l’intero Marvel Universe, Secret Wars. In questo secondo episodio avremo modo di parlare degli albi tie-in all’evento uscite lo scorso giovedì 21 gennaio. Ma non perdiamo tempo, e partiamo con…

 

La storia finora…

Secret Wars #1L’Universo Marvel è morto, distrutto in mille pezzi dopo l’ultima IncursioneTerra-616 (Universo Marvel Classico) e Terra-1610 (Universo Marvel Ultimate) si sono scontrate in una battaglia il cui finale era già scritto: la fine di oltre 50 anni di storie. Un uomo solo ha sfidato gli Arcani, artefici della distruzione del Multiverso, e grazie al suo ingegno, astuzia e determinazione è riuscito a sconfiggerli. Quello uomo è diventato Dio, quell’uomo è Victor VonDoom. Adesso Destino siede sul Trono di Yggdrasil, l’Albero del Mondo, e con il suo immenso potere ha creato Battleworld, teatro delle nuove avventure Marvel. Questo nuovo mondo è formato dai frammenti di realtà alternative distrutte e tenuti insieme dalla volontà di Destino. Ogni territorio si rifà ad alcune delle più importanti saghe dell’universo della Casa delle Idee ed è governato da un Reggente nominato da Destino stesso. La sicurezza dei domini è assicurata dallo Sceriffo di Agamotto, il Dottor Strange, dai Thor Corps, braccio armato di Destino e dallo Scudo, barriera edificata per difendere i territori di Battleworld dagli abitanti delle Terre Morte.

Gli abitanti di questi territori, dunque, provengono da universi differenti e potrà capitare che lo stesso character possa comparire su più testate in versioni differenti (e questa settimana capiterà in diverse occasioni). Ciò che conta è entrare nell’ordine di idee che il mondo così come lo conoscevamo prima non esiste più: la nuova realtà narrativa della Casa delle Idee è quella che settimanalmente scopriamo in queste pagine. Tutto, però, è legato e solo continuando a leggere scoprirete di cosa si tratta.

Partiamo subito, allora, e buona lettura!

 

Age Of Ultron Vs. Marvel Zombi 1

Age of Ultron vs Marvel-Zombies #1Sulle pagine di Secret Wars 2 abbiamo avuto un breve assaggio di ciò che si trova al di là dello Scudo, barriera eretta da Destino per difendere i domini di Battleworld. Con questa miniserie di James Robinson (testi) e Steve Pugh (disegni) scopriamo cosa succede nelle Terre Morte, più di preciso nei territori di Perfezione e Terre Morte: il primo abitato dagli androidi Ultron, il secondo dai non-morti dell’Universo Marvel. Gli Ultron sono alla ricerca degli imperfetti, minacce che possono compromettere la perfezione del sistema creato da Ultron-1, sovrano e signore del dominio. Ma un pericolo potrebbe giungere dall’Hank Pym di Timely, condannato e per questo portato fuori dallo scudo. La sua colpa? Una sua invenzione, gli uomini a ingranaggi. La terra del suo esilio? OvviamentePerfezione. Ad accompagnarlo in questo viaggio Hank troverà Jim Hammond, Simon Williams eVisione.

Due degli scenari più brutali e devastanti delle recenti storie Marvel si scontrano in questo crossover cruento che non convince subito ma che speriamo possa decollare visto la grande potenzialità dei personaggi coinvolti.

La seconda storia, invece, narra le avventure di Elsa Bloodstone, soldato dello Scudo e Comandante di Sezione. Durante uno dei turni di guardia Elsa dovrà affrontare le Legioni di Terrore Rosso e durante uno scontro corpo a corpo con quest’ultimo verrà morsa. Si risveglierà nelle Terre Morte, scenario di questa storia scritta da Simon Spurrier e disegnata da Kev Walker. In questo viaggio la figlia diUlysses Bloodstone sarà affiancata da un ragazzino che non ricorda né il suo nome né tanto meno la sua storia, ma sembra essere in grado di prevedere gli avvenimenti.

La cinica e fredda Elsa dovrà affrontare non solo le minacce delle Terre dei Morti ma anche il retaggio che il padre le ha lasciato. Il suo lato più umano emergerà nel rapporto con questo misterioso bambino e il Comandante di Sezione dello Scudo capirà sulla sua stessa pelle il peso della responsabilità dell’essere genitore.

 

Fantastici Quattro presenta: Inumani – L’ascesa di Attilan 1

Inhumans: Attilan Rising #1, variant cover di Scott ForbesLa famiglia più famosa del mondo dei comics lascia la scena alla famiglia reale degli Inumani.  Charles Soule (testi) e John Timms (disegni) ci conducono nel dominio di Manhattan governato dalla Reggente Medusa. La Regina si troverà ad affrontare una situazione molto delicata: un gruppo di ribelli chiamati La Voce Inudita è stato sorpreso dai Thor Corps nelle Terre Verdi e subito disperso. Mega-Rad, Flint e Naja sono riuscita a mettersi in salvo mentre G-Man, uno spirito fiammeggiante, è stato fatto prigioniero e portato a New Attilan, fortezza della Regina Medusa. L’integrità di Battleworld è minacciata dalle continue insurrezioni, e toccherà alla fidata Auran scoprire la base nascosta della resistenza indagando nel misterioso e pericoloso Circolo Silente, dove al bancone troveremo un barman dall’aspetto familiare.

Le avventure spaziali di Silver Surfer continuano sotto la splendida gestione di Dan Slott e Michael Allred. Altro piccolo gioiello grafico e narrativo quello che abbiamo il piacere di leggere che non è ancora stato sfiorato dall’onda lunga di Secret Wars. Un piacevole divertissement rappresenta, invece, la storia breve conclusiva tratta da Battleworld #3 intitolata Un Pugno di Sabbia. Nella Valle della FiammaDeadpool e il suo destriero Lockjaw proveranno a catturare Devil Dinosaur. Risate e chiacchiere a go-go.

 

Gli Incredibili X-Men presenta: Anni di un Futuro Passato 1

Years of a Future Past CopertinaIn un futuro neanche troppo lontano la razza mutante è stata discriminata e imprigionata. Il Presidente dei Doomstati Uniti, Kelly, si è fatto promotore ed esecutore de L’Atto per il Controllo dei Mutanti con il quale tutti i mutanti sopravvissuti alla prima ondata di attacchi sono stati rinchiusi nei Centri di Custodia, dei veri e propri ghetti. In questi quindici anni di prigionia sono stati sottoposti ad esperimenti, sterilizzati, e un collare ne inibisce i poteri. La miniserie Anni di un Futuro Passato è scritta daMarguerite Bennett e disegnata da Mike Norton, e trae ispirazione da quel capolavoro che risponde al nome di Giorni di un Futuro Passato, di Chris Claremont e John Byrne, ricreandone la stessa tensione narrativa e lo scenario apocalittico, sebbene rispetto a questa saga cambino diversi aspetti.

Siamo nel regno delle Sentinelle, dove un gruppo di ribelli mutanti capitanati da un attempatoWolverine e un’anziana Kate Pride crede ancora possibile un’integrazione tra le razze e cercherà di riabilitare l’immagine dei mutanti con un piano che prevede di salvare il Presidente Kelly da una rivolta delle sue stesse Sentinelle. La Bennett è brava nel non tradire lo spirito della saga iniziale e al contempo abile nell’imbastire una nuova e coinvolgente storia che rappresenta una delle uscite più interessanti di questa prima tornata di storie.

Nel dominio di Mutopia, invece, Erik Magnus Lehnsherr ha reso possibile l’integrazione tra uomini e mutanti. Il suo Centro Educativo Xavier Memorial (detto Istituto dell’Atomo) accoglie al suo interno ragazzi di ogni specie ed è il fiore all’occhiello del vecchio Magneto. Addirittura, molti umani ricorrono alla fecondazione assistita pur di avere un figlio dotato del Gene-X e assicurare così ai propri figli un futuro, a parer loro, più roseo. Sullo sfondo, però, Ciclope ed EmmaFrost, ovvero gli X-Men classici, sono stati messi in disparte e questo nuovo status di esclusi e li porterà a tramare a danno dei nuovi Uomini-X.  

Nella seconda storia di questo antologico ritroviamo i personaggi resi celebri dal primo ciclo di storie scritte da Grant Morrison su New X-Men. Colpiscono i disegni di Ramon Villalobos, caratterizzati da un tratto underground in un chiaro e riuscitissimo omaggio all’arte di Frank Quitely.

Chiude il volume l’introspettivo racconto delle ultime ore di vita di Magneto. Questa storia è ancora ambientata nell’universo classico della Marvel, e lo scrittore Cullenn Bunn ci mostra il Signore del Magnetismo intento in un ultimo ed estremo tentativo di salvare il popolo di Genosha pochi istanti prima che l’Incursione abbia luogo. I dialoghi tra Erik e sua figlia Polaris, e i flash-back dei suoi rapporti con Namor ci mostrano il percorso di maturazione che questo villain ha compiuto in tutti questi anni per giungere ad essere ciò che è oggi. Un commiato sincero e sentito di un personaggio che sotto la gestione Bunn ha saputo conquistare non pochi lettori.

 

I Nuovissimi X-Men presenta: Programma Extinzione 1

X-Tinction Agenda #1, copertina di David NakayamaL’isola di Genosha, dopo essere stata liberata da giogo del cyborg Cameron Hodge grazie all’intervento degli X-Men, è stata colpita da un virus che sta decimando la popolazione mutante. Rahne “Wolfsbane” Sinclair e Alex “Havok” Summer, rimasti sull’isola per seguirne la ricostruzione stanno cercando in tutti i modi di salvare gli abitanti e sono disposti a tutti pur di non fallire nel loro intento. Finanche a disobbedire la quarantena imposta dalla Baronessa Rachel Grey e sferrare un attacco a X-Topia. Obiettivo della missione sarà il catturare Triage e Rogue, ultima speranza di salvezza.

Le matite del nostrano Carmine Di Giandomenico impreziosiscono questa storia ricca di azione, intrighi e tanti scontri. Marc Guggenheim richiama l’ennesima X-Saga, Programma Extinzione, provando a immaginare cosa sarebbe successo se Wolfsbane e Havok fossero rimasti sull’isola e avessero supervisionato la ricostruzione di Genosha.

Breve storia tratta da Secret Wars Journal #1 ambientata nell’Inghilterra di Re James che ci presenta la ladra Kate “Punta di Freccia” Bishop e subito si riparte con Assedio. Riflettori puntati su Abigail Brand, condannata dalla misericordia di Destino a difendere lo Scudo. La missione di Abigail è quella di evitare che la barriera posta a difese dei territori del Nord non venga infranta dalle orde di zombi diAnt-MenGiganti. La truppa a sua disposizione è composta dai Ranger di Hel tra le cui fila troviamo la Kate medievale conosciuta prima, la Ms. America Chavez vista sulle pagine di Avengers presenta: A-Force 1, la Cosa, un esercito di cloni di Scott Summers, LeahLeonardo da Vinci, protagonista della serie S.H.I.E.L.D., e il viaggiatore temporale Kang. Mentre la truppa si prepara ad affrontare ancora la minaccia degli Ant-Men, un Kang del futuro sopraggiunge per annunciare che mancano solo 20 giorni all’arrivo di un attacco che distruggerà lo scudo. E a sferrarlo sarà Thanos, di cui i nostri eroi non hanno alcuna conoscenza.

Non possiamo non soffermarci un attimo sull’ottima prova al tavolo da disegno di Filipe Andrade che rende ancora più piacevole la lettura di questa esaltante storia attraversata dalla tensione tipica che anticipa uno scontro decisivo, la battaglia finale.

Terra-295 era stata conquistata dall’immortale Apocalisse, sovrano indiscusso di quella che conosciamo essere l’Era di Apocalisse. Mantiene lo stesso nome ma non è la stessa realtà di Terra-295 la storia che chiude il volume, scritta da uno degli autori della saga originale, Fabian Nicieza, e disegnata da Gerardo Sandoval. Siamo nei Domini di Apocalisse dove regna incontrastato il Barone En SabahNur, servito dai suoi quattro Cavalieri dell’Apocalisse. Al centro di questa battaglia tra i terroristi X-Men e Olocausto, figlio di Apocalisse, il giovane Doug “Cypher” Ramsey, temuto da tutti e dallo stesso Barone per motivi ancora ignoti. Cosa nasconde Doug? E come potrà salvarsi ora che è stato catturato e condotta a Nuova Cairo 

Il grande valore di Nicieza e Sandoval e la loro esperienza maturata sulle X-testate sapranno accompagnarvi in questo amarcord carico di ricordi e significato.

 

Guardiani della Galassia presenta: Guardiani di Ovunque 1

Guardians of Knowhere #1, copertina di Mike Deodato Jr.Guardiani di Ovunque è una mini scritta da Brian Michael Bendis e disegnata da Mike Deodato Jr. Protagonisti sono i Guardiani Rocket Raccoon, Drax il Distruttore, Mantis e Gamora, ancora potenziata dal Black Vortex. Dopo essere sfuggiti all’inseguimento di Angela, una dei Thor Corps, i nostri si rifuggiano su Ovunque, pianeta formato dall’enorme testa di un Celestiale che, secondo la leggenda, sarebbe stato decapitato dallo stesso Dottor Destino. Ma i Guardiani sono braccati da Yotat il Distruttore, pronto a conquistare Ovunque. Anche in queste pagine ricorre un nome, sconosciuto a tutti, meno a chi lo pronuncia: Thanos.

Bendis ha curato la rinascita dei Guardiani della Galassia negli ultimi anni e, complice anche il successo riscosso dall’omonimo cinecomic, la serie a fumetti ha raggiunto un buon riscontro di pubblico tanto da meriatrsi ben due testate antologiche in Italia. In questa nuova incarnazione i personaggi ricalcano la loro versione originale e ritornano a vestire i panni dei fuorilegge in un’avventura che saprà sicuramente conquistarvi e fornire nuovi ed intriganti tasselli al puzzle che compone Secret Wars.

Gli abitanti che popolano tutti i domini di questo nuovo mondo non hanno memoria alcuna di ciò che esisteva prima dell’ultima Incursione che ha posto fine al Multiverso. Nel dominio denominato la Città, però, negli ultimi mesi si sono verificati diversi casi di “follia”, in cui innocenti cittadini avevano strani ricordi di un mondo prima. Per evitare che questa epidemia si espandesse il Barone Michael Korvac ha sguinzagliato i Guardiani per bloccare ogni possibile diffusione di notizie così devastanti da generare il panico. Un virus tecnorganico forse che attacca gli abitanti di Forest Hills fino a trasformali in mostri abominevoli. Durante la visita di stato del Barone Simon Williams, Reggente di Holy Wood, una persona molto vicina a Korvac sarà infettata creando non pochi problemi.

Cominciano a trapelare i primi problemi del mondo creato da Destino. Cosa sono questi ricordi che emergono all’improvviso? E qual è la natura della loro origine? Uno degli albi che maggiormente intreccia le sue vicende alla miniserie principale e che può vantare una veste grafica di assoluto valore: al veterano Deodato Jr. si affianca il giovane talento di Otto Schmidt, artista dal tratto sinuoso e cartoonesco, artefice di un ottima prova.

 

Rocket Raccoon presenta: Il Guanto dell’Infinito 1

Infinity Gauntlet #1, copertina di Dustin WeaverVoliamo nel dominio New Xandar dove in una realtà post-apocalittica incontriamo l’ultima Nova Corps sopravvissuta, Eve, suo marito Menzin, le loro figlie AnwenFayne e il cane Zigzag. Durante l’ennesimo attacco di insetti giganti la famiglia di Eve dovrà trasformarsi e potenziarsi con i poteri di Nova Force. Durante lo scontro Anwen entrerà in possesso di una delle gemme del Guanto dell’Infinito. Nelle pagine conclusive compariranno gli altri protagonisti di questa avvincente saga: Star-Lord,Gamora e Thanos.

La storia è scritta da Gerry Duggan, che recentemente ha legato il suo nome alle avventure del nuovo Nova, Sam Alexander, e disegnata dall’ottimo Dustin Weaver. L’albo contiene anche il quarto numero di Guardians Team-Up, con una storia slegata da Secret Wars e che vede come protagoniste due “donne in verde”: Gamora e She-Hulk. Una divertente e piacevole storia che spezza un po’ la tensione, scritta da John Layman per le matite di un Otto Schmidt in grandissima forma. Il suo tratto cartoonesco ben si adatta alla leggerezza di questo team-up ed esalta la bellezza di queste due supereroine.

 

X-Men Deluxe presenta: Inferno

Inferno #1 variantSulle pagine di X-Men Deluxe viene pubblicata la prima miniserie completa: Inferno. Ambientata nel dominio denominato Limbo la saga è scritta da Dennis Hopeless  e disegnata da Javier Garron. Un esercito di demoni è emerso dal Limbo e ha trasformato il regno di Manhattan in un Inferno. Madelyne Pryor, clone di Jean Grey e Regina dei Goblin, ha guidato l’attacco che ha messo in ginocchio il regno, affiancata da suo marito Alex Summers, ora Principe dei Goblin, e da Illyana “Magik” Raputin, Figlia della Tenebra. Per il quarto anno consecutivo il fratello di Illyana, Colosso, prova a liberare la sorella dall’Inferno in cui è rinchiusa, ma quando finalmente giungerà alla meta scoprire una triste realtà: Illyana ha assunto la sua forma demoniaca ed è intenzionata a mantenere il comando di Inferno.

Non domo e ancora convinto di poter salvare la sorella, Colosso ci riprova l’anno successivo e quando stava per soccombere sotto i colpi della schiera dei Goblin è stato costretto a scendere a patti con Pryor pur di salvare la sua amata sorella. Si scatenerà una lotta senza quartiere per il ruolo di reggente in cui giocherà un ruolo determinante anche la figura di Sinistro. Hopeless è bravo nello scrivere una storia ricca di azione, tensione e che sviluppa tematiche legate ai legami di sangue, a quelli sentimentali, all’enorme peso che implicano queste relazioni. Un buon esempio di come ci si possa accostare ai classici del genere e con intelligenza saperli reinterpretare e trasformare in qualcosa di godibile e credibile.