Anche se avevamo già avuto modo di vedere e apprezzare Sacha Baron Cohen in contesti capaci di esulare dal mockumentario stile Borat o Bruno, pensiamo alle sue performance in pellicole come Ricky Bobby: La storia di un uomo che sapeva contare fino a uno o Hugo Cabret, Il Dittatore segna il suo ritorno in grande stile come mattatore di una storia in cui la sua innegabile bravura viene calata in un contesto narrativo standard.

Siamo dalle parti di Ali G, verrebbe da dire, anche se questo Generale Ammiraglio Aladeen è una creazione nata e costruita direttamente per il grande schermo e ironicamente basata sul libro Zabibah and the King scritto da Saddam Hussein.

Come per le precedenti opere, il nostro non risparmia niente e nessuno. Va a colpire tanto la follia che pervade i discorsi di leader mediorientali che dichiarano di voler spazzare via dalle carte geografiche altri paesi, quanto le cosiddette democrazie occidentali, rese oggetto di scherno soprattutto nel folgorante dialogo finale, che ribalta completamente la prospettiva del poetico discorso finale del Grande Dittatore di Charlie Chaplin.

La pellicola sarà disponibile in Blu-Ray e Dvd a partire da domani, grazie alla Universal. Dal punto di vista tecnico, si tratta di un prodotto più che apprezzabile, anche se, talvolta, si notano alcune lievissime lacune nel quadro visivo. Parlando in termini generali, il video è sempre molto pulito, dettagliato e specie nelle scene panoramiche della grande mela si possono notare una gradevolissima dimensionalità e una buona profondità. Risultato non indifferente data la natura digitale della fotografia del film. Anche i particolari degli incarnati e degli ambienti, sia quelli urbani di New York che quelli oltremodo sontuosi e pacchiani della residenza dell'Ammiraglio Generale Aladeen, colpiscono per definizione e nitidezza per un quadro visivo che tende a mostrare il fianco solo in alcune scene più scure, in cui è possibile percepire un po' di rumore video.

L'audio, presentato in Dolby Digital 5.1 è robusto e funzionale alle finalità di una pellicola che non si basa sull'abbondanza degli effetti speciali, quanto sulla comicità delle varie situazioni proposte. Proprio per questo motivo, sono i dialoghi a trarre maggior beneficio dal mixaggio, anche se le sfumature sonore dei vari contesti ambientali offrono un'ottima e avvolgente resa.

Avremmo gradito la presenza di un numero maggiore di contenuti extra, specie perché due di essi sono da tempo reperibili online sui canali ufficiali della Paramount, anche se i 33 minuti di scene eliminate e estese valgono da sole il costo di questo Blu-Ray.

Ecco l'elenco nel dettaglio:

– Scene Eliminate e estese (33 minuti ca.): Intervista a Newsnight, Il caseificio Nucleare, Flashback sul letto di morte, Riunendo i generali, Vi presento Clayton, Aladeen ruba del cibo, Il negozio Apple, Il ristorate Morte ad Aladeen, Lo zoo di Manhattan, L'impresa di pompe funebri, Un regalo per Zoey, Scontro di tette, La nascita, Il tetto, Un'ultima parola

Video musicale Your money is on the Dresser

Intervista a Larry King

– Copia digitale

 

Conclusioni

Il Dittatore è l'ennesima conferma della bravura, dell'intelligenza e del talento di quello che può tranquillamente essere definito come uno dei più grandi nuovi comici in forza a Hollywood. Con questo lungometraggio l'inglese Sacha Baron Cohen dimostra che la sua corrosiva satira riesce in maniera egregia anche al di fuori del contesto mockumentaristico. L'offerta home video della Universal è tecnicamente valida, anche se, dal punto di vista dei contenuti extra, avremmo gradito qualche sforzo in più.

In definitiva un Blu-ray davvero Aladeen.