Non si può certo affermare che Mad Max: Fury Road sia arrivato nelle sale e abbia colpito come un fulmine a ciel sereno.

Nonostante sia possibile reperire sulle nostre pagine una dettagliata cronistoria delle vicissitudini produttive patite dalla pellicola di George Miller, la cui gestazione risale addirittura a periodi in cui lo stesso BadTaste, i social network o la fibra ottica erano inesistenti, la presentazione a sorpresa del primo trailer durante l’edizione 2014 del Comic-Con di San Diego aveva fatto drizzare le antenne un po’ a tutti.

Poteva un regista settantenne aver tirato fuori l’asso dalla manica e aver confezionato un’opera che, a dispetto del lungo travaglio, sarebbe risultata essere come un capolavoro istantaneo della storia del cinema?

La risposta, ormai lo sappiamo, è sì.

Noi di BadTaste che, come tutti voi, viviamo di cinema e di esso ci cibiamo, abbiamo accolto il film in maniera calma e pacata, come potete constatare dagli esempi qua sotto: presente all’appello un Francesco Alò shirtless nella sua videorecensione del film e un paio di post piazzati su Facebook dal sottoscritto.

 

francesco alò

 

Mad Max: Fury Road è appena terminato.Datemi qualche ora di tempo per riprendermi dall’overdose e poi, forse, organizzo…

Posted by Andrea Bedeschi on Giovedì 14 maggio 2015

Non mi sono ancora ripreso.Chiedo venia.#MadMaxIT #FuryRoad

Posted by Andrea Bedeschi on Venerdì 15 maggio 2015

 

 

Ora, francamente non so ancora, come tutto il resto del mondo, cosa farà in futuro George Miller… Se deciderà di dirigere un cinecomic Warner/DC, se avrà modo di terminare la nuova Trilogia di Max il Matto o se opterà per un crossover fra Babe e Happy Feet.

Sarebbero tutte opzioni molto interessanti (e se non vi piace Babe, soprattutto il folle seguito diretto proprio da Miller, Babe va in Città, siete delle brutte persone, sappiatelo), anche se faccio il tifo con tutto me stesso per un’altra dose di Mad Max.

Tutto ciò premesso: Mad Max – Fury Road è approdato da circa una settimana (abbondante) nel mercato home video grazie – ovviamente – alla Warner Bros.

Dal lato visivo, il supporto garantisce un’esperienza strepitosa. Girato, come potete verificare grazie a IMDB, con macchine da presa Arri Alexa M, Panavision Primo Lenses, Arri Alexa Plus, nonché, per alcune inquadrature, Blackmagic Cinema Camera, Canon EOS 5D Mark II e Olympus P5, Mad Max: Fury Road si distingue per il suo notevole realismo della messa in scena (ecco un approfondimento in merito), la concretezza di ciò che vediamo accadere sullo schermo e una gamma cromatica dalle tonalità volutamente eccessive che va in controtendenza rispetto allo stile desaturato adottato ormai dal 99% delle pellicole hollywoodiane (scelta estetica curiosamente figlia proprio dei primi tre, indimenticabili Mad Max interpretati da Mel Gibson).

Il transfer video non cede mai il passo a difetti o artefatti digitali di sorta e riesce a riproporre tutta la straordinaria esperienza della sala. Il mio consiglio – che suona un po’ da Capitan Ovvio me ne rendo conto – e quello di gustarsi questo Blu-Ray su un tv di dimensioni gargantuesche o con un proiettore. L’ideale sarebbe adottare un look tipo Immortan Joe, raccogliere su qualche amico da vestire con un look altrettanto estroso e prendere possesso di una sala cinematografica per proiettare il disco su uno schermo cinematografico, ma capisco che la cosa potrebbe avere dei risvolti legali non previsti (Disclaimer: il sottoscritto e BadTaste.it non si assumono alcuna responsabilità in caso di assalto alla cabina di proiezione di un multisala da parte di gente agghindata da barbaro post-atomico).

Spiace constatare l’ostinazione della Warner nell’offrire una traccia audio italiana in Dolby Digital 5.1 di livello qualitativo assimilabile a un Dvd, quando l’audio inglese viene proposto addirittura in Atmos.

Gli extra, della durata complessiva di circa 100 minuti, comprendono:

  • Maximum Fury: Filming Fury Road
  • The Tools of the Wasteland
  • The Road Warriors: Max and Furiosa
  • Fury on Four Wheels
  • Crash & Smash
  • The Lure of the Five Wives
  • Scene Eliminate

 

mad max banner