Dati Tecnici

Video: AVC, 1080/24p, 2.40:1
Audio:
5.1 Dolby Digital: Hindi
5.1 DTS: Francese Italiano Tedesco Spagnolo
5.1 DTS HD Master Audio: Inglese
Sottotitoli: Inglese NU Italiano Francese Tedesco Spagnolo Danese Olandese Finlandese Islandese Norvegese Portoghese Svedese Arabo Hindi
1 disco 50 gb
Region free
Amaray
Prodotto e distribuito da Universal.
Edizione ITALIANA disponibile nei seguenti paesi: IT, FR, DE, ES, UK.

Film

Dave Lizewski, un tempo conosciuto come Kick-Ass, ha smesso da molto tempo il costume e la sua vita supereroistica troppo pericolosa, che lo spinge a tornare alla sua quotidianità di studente liceale. Ma le sue azioni hanno ispirato le persone ad intraprendere la crociata contro il crimine, facendo nascere una moltitudine di personaggi in costume. Dave, incapace però di riprendere i normali ritmi, decide di ritornare sulla scena, coinvolgendo Mindy, alias Hit-Girl, la prima vera supereroina, per aiutarlo a diventare un vero eroe. Nel frattempo, Chris D'Amico è fermamente intenzionato a vendicarsi di Kick-Ass, colpevole di aver ucciso suo padre, il malavitoso Frank D'Amico, rinascendo come il primo supercattivo della storia: Motherfucker.
Secondo capitolo delle avventure di Kick-Ass, tratto dall'omonimo fumetto di Mark Millar e John Romita jr.. Matthew Vaughn, che aveva scritto, diretto e prodotto il primo film, ormai diventato un cult del genere supereroistico, si concentra sulla sola produzione, delegando tutto il lavoro di regia e scrittura a Jeff Wadlow.
Kick-Ass 2 è un sequel ideale del primo film, che prosegue i temi proposti in precedenza e li evolve in modo naturale. Se nel primo film la domanda era “perché nessuno aveva mai provato ad essere un supereroe?”, nel secondo, dove il mondo è stato trasformato dalle azioni di un singolo individuo che si è cimentato nell'impresa, diventa “perché uno dovrebbe continuare ad esserlo?”. Il discorso si sposta quindi sulla ricerca della propria identità ed è portato avanti dai due protagonisti principali: Mindy, che cerca di mantenere la promessa di non essere più Hit-Girl, provando ad integrarsi nella realtà quotidiana scolastica, ma che presto dovrà fare una scelta; Dave, che tenta di essere il supereroe che ha sempre sognato, ma che ancora non realizza la responsabilità che questo comporta. E, infine, Chris, che ha sempre vissuto all'ombra di un padre boss del crimine, tenta di essere la risposta polarizzante al dilagare dei vigilanti.

Come il precedente, il tono del film viaggia tra la commedia nera e il tipico dramma delle opere di supereroi, alternando situazioni goliardicamente umoristiche e goffe, a eventi di grande drammaticità, conditi da una violenza oltre misura. Il problema è che, come per il precedente film, il mix non è sempre ben dosato e, anche in questo caso, il finale sembra voler fare entrambe le cose in modo insistito. Se da una parte la gravità degli eventi è palpabile, dall'altra non si può fare a meno di sorridere per l'evidente esagerazione tipica dei fumetti americani. Il risultato è quindi schizofrenico e non assimilabile da tutti.

Il film comunque funziona bene tanto quanto il primo e la progressione è coerente, con un ottima alchimia tra i vari personaggi e le loro storie. Ma uno degli elementi più interessanti, ossia le situazioni scolastiche vissute da Mindy, con un grande potenziale narrativo da “Mean Girls”, vengono rovinate da una risoluzione molto banale e non del tutto divertente. Ed è un grande peccato perché i presupposti c'erano e Chloë Grace Moretz si conferma una vera forza della natura che ruba la scena a tutti.

 

Video

Edito da Universal, anche sugli scaffali italiani giunge Kick-Ass 2 in alta definizione Blu Ray. A differenza del primo film, edito da Eagle Pictures, che veniva presentato prima in un'edizione doppio disco confezionata in steelbook e poi solo in un disco singolo in amaray, Kick-Ass 2 è presentato in un disco singolo e confezionato in amaray, al cui interno è presente il film in HD insieme ai contenuti speciali. Nessuna copia DVD o digitale e nessun slipcover o fronzoli vari.

A differenza del film originale, Kick-Ass 2 è girato interamente in digitale Arri Alexa a 2.8K e finalizzato in un master digitale a 2K (Digital Intermediate).

Nel primo film la fotografia di Ben Davis si avvaleva di forte contrasto e luminosità, che creavano colori abbaglianti e bianchi spinti, uniti da una sorta di filtraggio di tipo flou, tutto per ricondurre l'estetica a quella di un fumetto. La soluzione offerta da Tim Maurice-Jones non si discosta molto dal lavoro del primo film, mantenendo una paletta cromatica molto carica, avvalorata da un contrasto marcato, cosa che intensifica i neri amplificando la brillantezza dei colori, ma senza inghiottire eccessivamente particolari rilevanti nelle zone più scure. Si preserva il filtraggio tipo flou, anche se in modo molto meno marcato, cosa che permette una maggiore visibilità del dettaglio generale, ma cercando di mantenere quell'estetica che caratterizzava il primo film. La soluzione digitale si presta nettamente meglio di quella in pellicola per questo tipo di manipolazioni dell'immagine: dove infatti il primo film mostrava una rumorosità eccessiva e un degrado del dettaglio più marcato, il secondo mantiene una precisione doppia dei dettagli più fini, come i finimenti del costume di Big Daddy o la barba incolta del colonnello Stars and Stripes, e senza alcun segno di rumore nelle scene più scure. Ottima la tridimensionalità generale e i dettagli dei panning a campo lungo sulla città, dove gli elementi sono tutti definiti senza mai sfumare.

In buona sostanza si tratta di un quadro video esemplare con un ottima texturizzazione, colori pieni e brillanti e un'ottima tridimensionalità, ma senza che sia un riferimento nel panorama dell'alta definizione, dovuto a scelte fotografiche specifiche, riportate senza alterazioni grazie a una perfetta compressione in AVC.

 

Audio

Il set audio proposto è quello a cui Universal ci ha fatto abituare sin dall'inizio del formato Blu Ray. Ecco quindi che si presenta l'inglese originale mixato in 5.1 canali ed encodato in DTS HD Master Audio, mentre il doppiaggio italiano è relegato a un “semplice” DTS a 768 kbps e mixato sempre in 5.1.

Il primo film edito da Eagle si fregiava di una delle migliori tracce italiane mai realizzate. Eccezionale nella dinamica, potente negli effetti, ricco nelle frequenze, perfetto nella divisione dei canali e nella direzionalità spaziale e con dialoghi perfettamente integrati. La proposta Universal per il secondo film non fa rimpiangere troppo quel mix sonoro, in particolare i dialoghi ora risultano ancora più puliti e possenti che in passato, ma manca quella dinamica e potenza che aveva caratterizzato il primo, benché siamo sicuramente su standard elevatissimi. La controparte inglese riesce a restituire quella marcia in più di precisione e ricchezza che manca nella traccia italiana, ma la differenza non è così marcata come può sembrare.

In generale ben al di sopra della media, posizionandosi tra i migliori, ma senza raggiungere l'eccellenza assoluta.

Extra

Benché inferiore all'enorme quantità di contenuti speciali che caratterizzava l'edizione doppio disco del primo film, il bagaglio di extra per Kick-Ass 2 si dimostra notevolmente ricco e completo, specie in un periodo dove le major puntano sempre meno su questo aspetto. Si parte con una ricca galleria di scene estese, commentate dal regista Jeff Wadlow, compreso un inizio alternativo e la sequenza mai girata di Big Daddy, il personaggio interpretato da Nicholas Cage nel film originale. Un documentario di quasi un'ora, diviso in cinque parti, esplora tutto il dietro le quinte del film, dall'origine del fumetto, fino alla realizzazione delle scene, compresa la scelta del cast. Come prevedibile, dopo la polemica della sua dissociazione dal film, non vi è alcuna intervista a Jim Carrey, benché sia presente una lunga sezione dedicata alla sua performance. Viene dato grande spazio alla sequenza d'azione del furgone, partendo dalla realizzazione degli storyboard, passando poi dalle prove degli stunt, fino alla versione finale del film. Infine, ultima chicca, un intero commento audio da parte dei tre protagonisti principali e del regista, per tutta la durata del film.

Davvero soddisfacente, nonostante per il primo film ci si fosse spinti ben oltre.

  • Inizio Alternativo con il commento opzionale del regista/autore Jeff Wadlow
  • Il ritorno di Big Daddy: scena mai girata con il commento opzionale del regista/autore Jeff Wadlow
  • Scene prolungate con il commento opzionale del regista/autore Jeff Wadlow
  • Supereroi della vita reale
  • L'Allenamento del signor Lizewski
  • Un mezzo Kick-Ass
  • Licenzia quella cicciona
  • Questo non è un fumetto
  • Lo chiamano “controllo delle nascite”
  • Prometti
  • Ti devi rilassare
  • Portare rispetto
  • Eisenhower si mette all'opera
  • Hit-Girl contro Mother-Russia
  • Kick-Ass 2: il Making of
  • Quando il gioco si fa duro
  • Un Cast che fa il culo a tutti
  • Dando di matto: armi e acrobazie
  • Un mondo di tipi tosti
  • Le regole della strada: la resa dei conti al covo dei cattivi
  • Hit-Girl all'attacco: la sequenza del furgone
  • Story reel con gli storyboard
  • Previsualizzazione acrobazie
  • Confronto finale del film
  • Commento al film con Aaron Taylor-Johnson, Christopher Mintz-Plasse, Chloë Grace Moretz e il regista/autore Jeff Wadlow

Conclusioni

L'edizione in alta definizione di Kick-Ass 2 non deluderà le aspettative degli appassionati, grazie a una edizione completa di contenuti speciali e tecnicamente perfetta, da rendere fieri i collezionisti più incalliti.
Consigliato.