SofiaRecensioniPagina 576

Aggiornato il 19 novembre 2019 alle 18:33

« La nuova pellicola del celebre regista è uno dei punti più bassi della sua carriera. Ma c’è un elemento positivo: dopo questa robaccia, anche i fan più appassionati dovranno ammettere lo stato di crisi del loro beniamino… »

« Un reporter televisivo del Kazakhstan arriva negli Stati Uniti per far conoscere ai suoi concittadini l’american way of life. Ovviamente, combinerà una serie di disastri. Si ride in continuazione, ma non è il caso di considerarlo un capolavoro»

« Mambo è un pinguino imperatore, ma, a differenza dei suoi simili, ama ballare piuttosto che cantare, tanto che per questo motivo verrà emarginato. Il livello tecnico dell’animazione è buono, ma la sceneggiatura e la regia sono mediocri»

« Spagna, 1944. La piccola Ofélia si trasferisce con la madre nella residenza del nuovo marito e si ritrova testimone di eventi tragici, ma anche magici. La parte fantasy è notevole, quella storica traballante: un film interessante, ma non il capolavoro annunciato… »

« Spagna, 1944. La piccola Ofélia si trasferisce con la madre nella residenza del nuovo marito e si ritrova testimone di eventi tragici, ma anche magici. La parte fantasy è notevole, quella storica traballante: un film interessante, ma non il capolavoro annunciato… »

« Spagna, 1944. La piccola Ofélia si trasferisce con la madre nella residenza del nuovo marito e si ritrova testimone di eventi tragici, ma anche magici. La parte fantasy è notevole, quella storica traballante: un film interessante, ma non il capolavoro annunciato… »

« Spagna, 1944. La piccola Ofélia si trasferisce con la madre nella residenza del nuovo marito e si ritrova testimone di eventi tragici, ma anche magici. La parte fantasy è notevole, quella storica traballante: un film interessante, ma non il capolavoro annunciato… »

« 1945. Nella cruenta battaglia di Iwo Jima, decisiva per le sorti della seconda guerra mondiale, viene scattata l’immagine più celebre del conflitto. Clint Eastwood dilapida 90 milioni di dollari in un film confuso e banale... »