Netflix ha rimosso in Turchia in un episodio di Designated Survivor dopo aver ricevuto delle proteste a causa della rappresentazione di una versione fittizia del presidente turco, ritratto come un villain.

La piattaforma di streaming ha quindi comunicato che la puntata al centro delle polemiche è stata rimossa solo per gli utenti che usano il servizio in Turchia, mentre è rimasta a disposizione di tutti gli altri abbonati.

La censura aveva chiesto, e ora ottenuto, di eliminare il settimo episodio della seconda stagione in cui un presidente turco chiamato Fatih Turan (interpretato da Troy Caylak) si ritrova alle prese con gli attacchi dell’opposizione mentre è negli Stati Uniti per partecipare a un summit della NATO, situazione che gli permette di conoscerte il presidente statunitense Tom Kirkman (Kiefer Sutherland).

Netflix, secondo il documento 2019 Sustainability Accounting Standards Board Report, ha già dovuto in passato cedere alle richieste della censura di altre nazioni ben altre nove volte. Il servizio di streaming ha già prodotto grazie alla collaborazione con i filmmaker turchi le serie The Protector e The Gift e aver accettato la richiesta senza opporsi troppo sembra sia stato necessario per mantenere i buoni rapporti con la nazione.

Che ne pensate della scelta di rimuovere in Turchia un episodio di Designated Survivor? Vi sembra giusta?

Fonte: Variety