La serie evento revival Dexter: New Blood debutterà con dieci nuovi episodi il prossimo novembre su Showtime, ma c’è qualche puntata della serie classica da rivedere per prepararsi al meglio o rinfrescarsi la memoria? Secondo Michael C. Hall, che interpreta proprio Dexter, sono 4 gli episodi da rivedere.

Intervistato da EW, Hall ha svelato quali episodi servono per capire al meglio la nuova stagione. Eccoli qui di seguito, con il commento dell’attore:

Dexter (1×01)
Quando ho ricevuto il copione del pilota, il mio primo pensiero fu “Wow, questa cosa funzionerà? Uno show su un serial killer?” e quando ne parlavo con la gente mi rispondevano “Oh, buona fortuna”. Pensavo la serie avrebbe attratto un pubblico di nicchia. Ma fu un successo e divento popolare, fu una sorpresa. Mi permisero di continuare a lavorare e raccontare storie che valevano la pena di essere raccontate.

Seeing Red (1×10)

Dexter scopre una cosa fondamentale sul suo passato e poi faccio questa espressione buffissima in una stanza piena di sangue.

Go Your Own Way (3×10)

Adoro l’episodio della stagione 3 dove Dexter e Miguel Prada, interpretato da Jimmy Smits, si affrontano sul tetto di un edificio e Jimmy Smits fa questa cosa fantastica… fa questo gesto mentre urla a Dexter che mi è rimasto impresso in testa.

The Getaway (4×12)

E poi vi dovrei dire il finale della stagione 4. Se non avete visto lo show non vi dirò altro riguardo questa puntata. E ancora, vi consiglio di recuperare anche gli episodi che portano a quel finale, ma ne capirete il motivo più avanti.

Troverete il tempo per rivedere questi episodi di Dexter? Fatecelo sapere con un commento qui sotto oppure, se preferite, sui nostri canali social.

Dexter: New Blood arriverà il 7 novembre su Showtime con dieci nuove puntate e la storia si svolgerà nel corso di circa due settimane nella vita di Dexter, concludendosi con un epilogo. Nel cast ci sarà anche Clancy Brown (Carnivale) nel ruolo dell’antagonista Kurt Caldwell. Nel cast ci sono inoltre Julia Jones nella parte del Capo della polizia, Alano Miller che sarà un poliziotto, e Jamie Chung nei panni di una podcaster di Los Angeles che viene coinvolta negli eventi. Il produttore esecutivo Scott Reynolds ha sostenuto tempo fa che è stato modificato il format della serie in cui si dava la caccia ai cattivi per ucciderli, rendendo la storia più personale concentrandosi su Harrison, su un padre che è un assassino e sugli effetti che questo ha su tutte le persone intorno a lui.

Sul finale della serie classica, Michael C. Hall aveva dichiarato:

È stato gratificante e penso che lo show sia finito in un modo che è stato piuttosto sconcertante nella migliore delle ipotesi e che ha fatto infuriare le persone nella peggiore, ma che almeno ha posto le basi per tornare e rispondere in modo più definitivo a cosa diavolo fosse successo a questo ragazzo. Appoggio totalmente quello che è successo, la scelta che ha fatto alla fine, ma per quanto riguarda l’esecuzione, a quel punto stavamo tutti correndo troppo.

Fonte: Screen Rant