La morte del produttore Lin Qi, che avrebbe dovuto realizzare in collaborazione con Netflix la serie Il problema dei tre corpi sta diventando un caso ancora più incredibile e ora si è scoperto che il presunto colpevole era ossessionato da Breaking Bad e si sarebbe in parte ispirato alla serie per compiere il crimine.

Lin era stato ricoverato in un ospedale di Shangai il 16 dicembre ed è morto dopo nove giorni nonostante i tentativi dei medici di salvargli la vita. L’uomo, che ha ricevuto 40 litri di sangue con delle trasfusioni nella speranza di guarirlo, sembra sia stato ucciso da una neurotossina presente in natura nel pesce palla.

Il miliardario, secondo quanto riportano i mezzi di comunicazione cinesi, non avrebbe lasciato un testamento e saranno le due figlie e un figlio avute con una donna chiamata Xu Fenfen, con cui ha avuto una relazione lunga 19 anni senza però sposarla, a ereditare il 24% di Yoozoo Group. Trattandosi però di minori, sarà la compagna del produttore ad avere il controllo della quota di maggioranza della società.

Il produttore, secondo la ricostruzione della polizia, sarebbe stato avvelenato da Xu Yao, CEO di The Three-Body Problem, affiliata con YooZoo Group per realizzare e sviluppare la serie tratta dal romanzo di Liu Cixin.
Il sito Caixin ha svelato che Xu era ossessionato dalla serie Breaking Bad, in cui si racconta la storia dell’insegnante che diventa un narcotrafficante, e avrebbe costruito un proprio laboratorio a Shangai, nel quartiere di Qingpu, con il preciso scopo di produrre il veleno da usare contro Lin Qi e compiere dei test per assicurarsi della sua efficacia. L’uomo avrebbe acquistato il materiale e oltre 100 diversi tipi di veleni sul dark web, usandoli poi per comprenderne il funzionamento uccidendo vari animali, tra cui cani e gatti.
Quando Xu è rimasto soddisfatto del risultato ha preparato una bottiglia con 30 pasticche di integratori alimentari che comprendevano anche alcune di veleno da lui prodotte. La segretaria di Lin avrebbe consegnato al suo capo la sostanza e Lin avrebbe quindi ingerito il veleno che, dopo circa 10 giorni, ha portato lentamente alla sua morte. Il mix di cinque veleni prodotto da Xu Yao sarebbe stato assunto anche da Zhao Jilong, vice presidente di YooZoo Group per quanto riguarda il settore cinematografico, e da un altro dipendente della casa di produzione, entrambi che hanno avuto sintomi legati all’assunzione della letale creazione ideata per uccidere Lin. Le persone colpite sarebbero state prese di mira perché incluse nell’annuncio dell’accordo stretto con Netflix con il ruolo di produttori esecutivi, mentre Xu era stato escluso. L’uomo, che non ha ancora confessato, stava inoltre per essere rimpiazzato con Zhao, ricoverato in ospedale a causa del livello troppo alto di mercurio nel suo sangue, perché Lin non considerava l’esperienza di Xu nel campo della produzione all’altezza del compito di occuparsi del progetto televisivo.

Fonte: Variety