La serie Little Voice, ideata da Sara Bareilles, è stata cancellata da Apple TV+ dopo una sola stagione, diventando il primo progetto originale a non essere rinnovato dalla piattaforma di streaming.

Il progetto, prodotto da J.J. Abrams, ha debuttato nel luglio 2020 e aveva come protagonista l’attrice Brittany O’Grady nel ruolo di Bess, un’aspirante cantautrice che vive a New York e si ritrova alle prese con i problemi legati al suo tentativo di farsi strada nel mondo della musica e una situazione complessa in famiglia.

Nel team dei produttori c’era anche Ben Stephenson, già coinvolto nella realizzazione di Westworld.

La storia era descritta come una  “lettera d’amore nei confronti della diversa musicalità di New York” e “un’esplorazione del percorso universale rappresentato dal trovare la tua voce autentica quando si ha venti anni”.

Lo show ha potuto contare sulle musiche composte della Bareilles — artista già nominata ai Grammy e ai Tony Awards — e affronta proprio il tema del trovare la propria autentica voce e il coraggio di usarla.

Nel cast c’erano anche Sean Teale, Colton Ryan, Shalini Bathina, Kevin Valdez, Phillip Johnson Richardson e Chuck Cooper.

Il pilot è stato scritto e diretto da Nelson, che è coinvolto nel progetto anche in veste di produttore esecutivo. Tra i registi degli altri episodi figurano Cherien Dabis, Bart Freundlich, Christopher Storer ed Emma Westenberg.

Che ne pensate? Siete dispiaciuti dal fatto che Little Voice sia stata cancellata?

Fonte: The Hollywood Reporter