Il primo episodio di Loki, la nuova serie dei Marvel Studios in cui ritroviamo Tom Hiddleston nei panni del Dio dell’Inganno, è arrivato oggi in streaming su Disney+ permettendoci di dare una prima occhiata fuori da questa nuova finestra che si sta spalancando sul MCU.

E proprio in questa prima puntata, tutte le persone non particolarmente avvezze al mondo fumettistico della Casa delle Idee hanno potuto fare conoscenza con la Time Variance Authority. Qualche settimana fa, nella nostra sezione dedicata ai fumetti, abbiamo pubblicato una guida dedicata a questo particolare “Bureau” indirizzata proprio a chi non mastica pane e fumetti a colazione.

In un estratto dell’approfondimento, che trovate integralmente in questa pagina, leggiamo:

La TVA è un’organizzazione piuttosto misteriosa e dalla storia decisamente intricata, come spesso succede con tutto ciò che ha a che fare con il viaggio nel tempo all’interno dell’Universo Marvel.

Creata dal genio di Walt Simonson negli anni ottanta, nel contesto del suo storico ciclo di storie su Thor, si manifesta al biondissimo asgardiano sotto forma di uno dei suoi agenti: Justice Peace. Sorta di parodia del ben più truce Giudice Dredd, almeno nell’aspetto, questo agente è impegnato nel bloccare una minaccia temporale e ha bisogno dell’aiuto di Thor. Non molto altro è rivelato sulla Time Variance Authority in questa sede.

La prima puntata di Loki ha permesso tanto al protagonista della serie quanto a tutti noi che l’abbiamo vista, come funzioni, in termini pratici, questa Time Variance Authority. O meglio, di come funzionino le cose e le persone che si ritrovano, per un motivo o per l’altro, al suo interno. Il personaggio interpretato da Tom Hiddleston scopre, ad esempio, che i suoi poteri magici vengono completamente annullati in quella “dimensione”. E c’è di più: fuggendo dall’interrogatorio con Mobius M. Mobius (Owen Wilson) e andando alla ricerca del Tesseract si ritrova in un’altra sezione della TVA dove fa una scoperta sensazionale su quegli oggetti, le Gemme dell’Infinito, intorno alle quali hanno roteato le vite degli Avengers per dieci anni. In quel luogo, le Gemme non hanno alcun potere, tanto che c’è chi le usa come fermacarte. Sono dei sassolini colorati e nulla più.

Considerato che il Loki di questa serie TV non è propriamente quello che abbiamo visto morire in Avengers: Infinity War e considerato che questa produzione dei Marvel Studios pare essere profondamente radicata nel concetto di multiverso e di linee temporali alternative – con tutto ciò che ne consegue – sarà interessante capire quali potranno essere gli sviluppi anche in relazione alla percezione che il Dio dell’Inganno avrà circa oggetti come le Gemme dell’Infinito che, invece, hanno dato prova di tutta la loro potenza sulla Terra e nella Galassia tutta. Intanto, come vi abbiamo raccontato in questo articolo, Twitter pare aver gradito.

La serie è ambientata dopo gli eventi di Avengers: Endgame, e segue un nuovo Loki, quello che era sfuggito agli Avengers portando con sé il Tesseract. Loki tuttavia è presto catturato dagli agenti della Time Variance Authority, un’agenzia che si occupa di sorvegliare il flusso corretto della linea temporale. Loki è accusato di aver violato la “linea temporale sacra”, ma finirà in qualche modo per collaborare con l’organizzazione in una missione.

La serie è stata creata da Michael Waldron (produttore di Rick and Morty ma anche co-sceneggiatore di Doctor Strange in the Multiverse of Madness) e tutti gli episodi sono stati diretti da Kate Herron. Nel cast della serie figurano anche Sophia Di Martino, Owen Wilson, Gugu Mbatha-Raw, Richrd E. Grant e Sasha Lane.

Trovate tutte le informazioni su Loki, la nuova serie targata Marvel Studios, nella nostra scheda.

Vi ricordiamo che ogni giovedì, a partire dalle ore 17, parleremo della nuova puntata di Loki in una live ricca di spoiler e congetture varie ed eventuali ospitata sul nostro canale Twitch!