Netflix ha siglato un accordo con la compagnia di produzione Broke and Bones di Charlie Brooker e Annabel Jones, creatori di Black Mirror. Si tratta di un accordo per lo streaming dei prodotti nel Regno Unito che potrebbe evolversi in un accordo per il controllo completo della compagnia per circa 100 milioni di dollari. L’accordo avrebbe richiesto mesi e mesi di contrattazioni, riporta Deadline grazie ad una fonte. Avrà valore per i prossimi cinque anni e permetterà a Netflix di avere un diritto di prelazione sui prodotti della casa di produzione.

L’annuncio era stato in qualche modo anticipato pochi giorni fa dalla comunicazione congiunta della nomina di Jon Petrie come responsabile delle comedy. Dietro il reparto creativo c’è anche Russell McLean, già produttore di Bandersnatch, il particolare episodio interattivo di Black Mirror. Il primo progetto in sviluppo per Netflix verrà presto svelato, mentre chi si attende aggiornamenti su Black Mirror dovrà aspettare ancora. In quel caso particolare la Endemol Shine detiene ancora i diritti sullo show, e le trattative per il trasferimento della proprietà del brand sono difficili.

Peraltro, a maggio Charlie Brooker aveva dichiarato:

Al momento non so se potrebbe esserci la voglia di vedere storie riguardanti le società che vanno a pezzi, quindi non sto lavorando a nuovi episodi di Black Mirror. Sono orientato verso la possibilità di rivisitare il mio talento comico, quindi sto scrivendo degli script con l’obiettivo di far ridere me stesso.

Fonte: Deadline