Della popolarità sorprendente che sta avendo Squid Game su Netflix parliamo da qualche giorno, e non c’è dubbio che i dati che riporteremo questo pomeriggio lo terranno alla guida della classifica ancora una volta. Ma in Corea del Sud, dove la serie è stata realizzata, il fenomeno è arrivato a un livello tale da mettere in crisi i provider di internet.

Reuters ha infatti riportato la notizia secondo cui un portavoce di SK Broadband, uno dei più grandi provider di internet del paese, ha dichiarato che l’azienda ha fatto causa a Netflix per aver “intasato” la banda a causa della popolarità di Squid Game. SK Broadband vuole che la piattaforma streaming paghi i costi di gestione e manutenzione dovuti all’incremento nel traffico dati, in linea con una sentenza di alcuni mesi fa che si è schierata contro i distributori di contenuti che non contribuiscono alla spesa per l’utilizzo della rete.

Secondo il provider, il traffico dati imputabile a Netflix è cresciuto di ben 24 volte da maggio 2018 a oggi, arrivando a 1.2 trilioni di bit di dati processati per secondo nel mese di settembre. Netflix ha risposto a Reuters di voler lavorare con SK per assicurarsi che i clienti vengano pienamente soddisfatti.

Ricordiamo che Squid Game potrebbe diventare presto la serie più popolare di sempre su Netflix in tutto il mondo, battendo Bridgerton. Qualche giorno fa Ted Sarandos ha confermato che la serie domina la classifica in 90 paesi: una popolarità che è cresciuta con il passaparola da quando Squid Game è uscita il 17 settembre.