In occasione del Disney+ Day, è stato pubblicato  un documentario dedicato a Boba Fett, in cui viene svelato che inizialmente il design dell’armatura del cacciatore di taglie era stato pensato per i super Stormtrooper.

All’interno di Sotto l’Elmo, Joe Johnston, l’art director de L’Impero Colpisce Ancora, ha confermato che inizialmente il design del mandaloriano doveva essere usato per un gruppo di Stormtrooper rimasti inediti nella trilogia originale.

Il piano era di creare circa 100 armature, ma il budget del film non era sufficiente. Dato che la prima armatura era già stata creata come prototipo, Lucas suggerì di usarla per un cacciatore di taglie. Johnston scurì quindi l’armatura bianca e nacque Boba Fett.

Con solo sei minuti e mezzo totali in tre film, Fett diventò uno dei personaggi più amati dai fan, tant’è che finalmente, il prossimo dicembre, sarà protagonista di una serie tutta sua: The Book of Boba Fett.

The Book of Boba Fett, un’emozionante avventura dell’universo di Star Wars, segue il leggendario cacciatore di taglie Boba Fett e la mercenaria Fennec Shand farsi strada nel mondo sotterraneo della Galassia quando tornano sulle sabbie di Tatooine per rivendicare il territorio un tempo controllato da Jabba the Hutt e dal suo sindacato del crimine.

The Book of Boba Fett è interpretato da Temuera Morrison e Ming-Na Wen. Jon Favreau, Dave Filoni, Robert Rodriguez, Kathleen Kennedy e Colin Wilson sono gli executive producer. Karen Gilchrist e Carrie Beck sono le co-executive producer, mentre John Bartnicki è il produttore e John Hampian il coproduttore.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere con un commento qui sotto oppure, se preferite, sui nostri canali social.

Fonte: Comic Book