Gene Klein, produttore esecutivo della serie, ha commentato il successo di Suits su Netflix parlando della possibilità che venga realizzato un revival e spiegando perché il pilot ha una durata diversa rispetto a quella dell’episodio presente su Peacock.

Parlando della serie creata da Aaron Korsh, il produttore ha spiegato perché la prima puntata esiste in una versione da 81 minuti e un’altra da 72:

Sapevo che c’erano varie versioni. Quella leggermente più lunga è stata su Netflix, a livello internazionale, e sapevamo che era lì fuori. Non è esattamente una sorpresa. USA, all’epoca, era disposta a lasciarci avere un pilot più lungo, ma non così tanto. Ma ci hanno detto all’epoca che quella versione andava bene per le vendite internazionali. La differenza è legata ad alcune scene e sequenze tagliate, e Aaron aveva lavorato realmente duramente per togliere quei minuti, ma non siamo sorpresi che sia presente.

Gene Klein ha quindi commentato la possibilità di un revival sottolineando:

Ho detto ad Aaron che mantengo, in questa epoca di reboot e reunion e tutto il resto, la convinzione che riceverò a un certo punto una chiamata. Ma non sono a conoscenza di qualsiasi conversazione seria. Si tratta semplicemente di una di quelle cose in cui, in questo periodo, non saresti sorpreso se qualcuno un giorno ti chiamasse per parlarne. Ma, per ora, non c’è nulla di cui sono a conoscenza.

Il produttore ha poi aggiunto che nelle ultime stagioni era stato difficile rinnovare gli accordi con tutti gli attori e ha ricordato che non sarebbe possibile coinvolgere Meghan Markle.

Che ne pensate? Vorreste venisse realizzato un revival di Suits?

Fonte: TVLine

I film e le serie imperdibili