The Boys, la serie tratta dai fumetti prodotta per Amazon, ha tra i suoi protagonisti anche Antony Starr che ha parlato della possibile fine del progetto e dello spinoff in fase di sviluppo.
L’interprete di Patriota, intervistato da ComicBook, ha svelato il suo approccio al lavoro legato al progetto per il piccolo schermo:

Lo affronto una stagione per volta. La lunghezza della permanenza sugli schermi deve essere decisa dalla forza della storia, dalla qualità delle storie che possono ideare. Penso inevitabilmente, che si debba in un certo senso appoggiare l’orecchio a terra in modo da percepire quando sta arrivando il treno e poterti alzare in tempo dai binari.

Starr ha proseguito ribadendo:

Speriamo di non rimanere più del previsto e usciremo di scena quando arriverà il momento giusto, in una situazione ancora positiva. Penso che tutti siano abbastanza astuti, chi ha il potere lo è abbastanza per prendere quella decisione. Detto questo penso che potremo andare avanti ancora qualche stagione. Credo che ci sia un grandioso gruppo di personaggi e una premessa davvero interessante e possiamo muoverci in ogni direzione. Penso sia uno show in buona salute e abbia ancora molto da mostrare.

I fan si stanno inoltre chiedendo se Antony sarà coinvolto in qualche modo nell’annunciato spinoff, tuttavia l’attore ha dovuto ammettere:

Non so se ci crederete, ma è il segreto più grande di tutti. Si tratta di un enorme enigma. Non ne so nulla. Stanno mantenendo molto la segretezza, quindi non ne so più di voi.

Creata da Kripke, e prodotta a livello esecutivo da Seth Rogen ed Evan Goldberg, The Boys vede per protagonisti Karl UrbanJack QuaidAntony Starr, Erin Moriarty, Jessie T. UsherLaz Alonso, Chace CrawfordTomer Capon, Karen Fukuhara e Aya Cash.

La serie è tratta dall’omonimo fumetto di Garth Ennis e Darick Robertson e mostra un mondo popolato da supereroi molto amati dalla gente, tutti ‘gestiti’ da un’azienda, la Vaught. Ogni ‘Super’ ha delle peculiarità, ma tutti hanno una cosa in comune: non sono ciò che sembrano, perché — a tratti — piuttosto che essere corretti e leali tendono a comportarsi come dei villain. Per contrastare e punire sia l’azienda alle loro spalle che i ‘Super’, degli ex agenti rimettono insieme la loro squadra, i ‘Boys’.

Intanto, Amazon ha deciso di ordinare la produzione di una nuova serie che sarà incentrata su dei ‘Super’ molto giovani che frequentano un college ideato proprio per loro, che viene gestito dalla Vaught International. La descrizione del nuovo progetto spiega che il progetto è “in parte una serie sulla vita al college, e in parte Hunger Games”, ma “con tutto il cuore, la satira e l’indecenza di The Boys”. Lo show sarà ambientato “nell’unico ed esclusivo college americano per giovani supereroi”.

Trovate tutte le notizie sulla serie nella nostra scheda.

Fonte: ComicBook