La prima metà della sesta e ultima stagione di The Crown è disponibile su Netflix ormai da alcuni giorni. Gli episodi affrontano la morte di Diana e Dodi, e hanno ricevuto critiche piuttosto negative anche da parte del pubblico, oltre che dai portavoce della famiglia Al-Fayed.

Quando la serie tornerà il 14 dicembre, la speranza è quella di lasciarsi alle spalle le polemiche, anche perché ci sarà un salto temporale. Lo rivela la produttrice esecutiva Suzanne Mackie, intervistata dall’Hollywood Reporter:

A livello pratico, la divisione in due parti è un’opportunità per far percepire in maniera meno netta il passaggio dai giovani William e Harry alla versione un po’ più adulta. William ha l’età in cui va alla St. Andrews University e incontra Kate Middleton. Sarebbe stato un po’ strano passare da una situazione all’altra nell’episodio successivo. Ovviamente è sempre stato previsto, ma avere un mese di pausa permette al pubblico di gestire meglio la transizione.

Non è un grosso salto temporale, ma è un grosso salto a livello emotivo. Sono assolutamente di parte quando parlo del quinto episodio, perché penso sia squisito, e anche Peter Morgan la pensa così. È molto profondo e molto emotivo. Viene interpretato in maniera splendida da Ed McVey, e Dominic West è incredibilmente bravo, quindi non vedo l’ora che venga visto dal pubblico. Mi fa piangere anche solo a pensarci. È un episodio molto padre-figlio.

L’episodio che preferisce Mackie, però, è il decimo e ultimo della stagione, il finale di serie:

Penso sia splendido. È il culmine di un viaggio di 68 episodi, Stephen Daldry lo dirige splendidamente e Imelda è incredibile come regina. Percepiamo l’assenza della regina, e durante l’episodio percepiamo cosa significava per noi. Improvvisamente, ci rendiamo conto che è andata via e quindi la fine di The Crown coincide con la fine del suo regno. Ha una sorta di dignità, di profondo rispetto e affetto per lei. Non si può non provare questa sensazione.

A quanto pare Peter Morgan ha sempre pensato di concludere la serie nel 2005:

Dieci anni fa già sapeva che sarebbe stato il 2005: “Voglio finire la serie quando Camilla e Carlo si sono sposati”. Doveva sembrare una specie di fiaba. Come se fosse la fine del nostro viaggio: la pace è tornata sulla terra e vissero per sempre felici e contenti.

Potete rimanere aggiornati sulla serie grazie ai contenuti pubblicati nella nostra scheda.

I film e le serie imperdibili