Il prossimo 22 agosto comincerà l’undicesima e ultima stagione di The Walking Dead, una corsa di 24 episodi che ci separano dal finale della serie basata sull’omonimo fumetto di Robert Kirkman.

L’ultima stagione dello show ci accompagnerà per tutto il 2022, a blocchi di 8 episodi, denominati per l’occasione La Trilogia della Stagione Finale.

Durante una live stream sul canale Twitch di TWDUniverse, Denise Huth, produttore esecutivo dello show, ha parlato di quest’ultima stagione, di come chiuderanno dodici anni di trame e di come non ci sarà più uno show basato su un fenomeno mondiale come The Walking Dead.

Ce ne andremo in maniera esplosiva. Nulla dura per sempre, è una bella storia, sono orgogliosa, e grata che siamo riusciti a raccontarla al massimo delle nostre possibilità, ed è al cento per cento merito dei fan. Non ci fossero stati loro, lo show non sarebbe andato avanti. Siamo stati molto, molto, molto fortunati, lo show è unico — con i personaggi, la storia e il pubblico. Tornerà tutto, 11 anni dopo, 11 stagioni dopo, essere qui è un onore. Si tratta di qualcosa di raro per la televisione. Non accadrà più nel mondo dello streaming, che era solo agli inizi quando partì la serie. Sono orgogliosa.

Voglio solo arrivare al finale e rendere orgogliosa la serie e i nostri personaggi. Non puoi mai soddisfare tutti, ma spero che la maggior parte del pubblico sia felice del finale.

La Huth si è poi concentrata sul lavoro dei diversi registi nella Stagione 11, rivelando che ci sono molti richiami alla prima stagione.

La cosa che ho notato di più quest’anno, sono le riprese, il modo che i registi hanno utilizzato è molto simile a quello della prima stagione. Ci sono alcuni momenti in cui ho detto “Oh!” mi hanno tolto il fiato, e mi ha riportato al pilota. Ci sono momenti che son orichiami ovvi, e altri più nascosti, ci ricorderemo sempre da dove veniamo.

Stanno ancora un sacco nei boschi, combattono ancora i vaganti. C’è ancora la crescita interna dei personaggi queste nuove persone e come interagiranno tra di loro, tutti gli elementi della storia dall’inizio, dal pilota, sono qui. Il mondo è solo diventato più grande. Ho riguardato il pilota, e al tempo c’era quasi solo Rick,  ora abbiamo quasi 22 personaggi principali. Lo show è cresciuto e diventato enorme, e più grande diventi, più personaggi introduci, più diventa complicato.

Cosa ne pensate di queste dichiarazioni sul finale di The Walking Dead? Fatecelo sapere con un commento qui sotto oppure, se preferite, sui nostri canali social.

La première andrà in onda il 22 agosto sugli schermi americani, ecco la sinossi:

Nella prima parte il gruppo, tornando ad Alexandria da una missione importante per andare alla ricerca di cibo, si rende conto che non è abbastanza. Maggie propone un nuovo piano, potenzialmente una missione suicida. Che altra scelta hanno? Devono trovare cibo per tutta la loro gente pur di sopravvivere e ricostruire Alexandria. Se non ci riusciranno, Alexandria cadrà e il loro destino sarà segnato. Mentre si trovano in viaggio un temporale violento li obbliga a rifugiarsi in un tunnel della metropolitana. Mentre il nervosismo si diffonde e i sospetti crescono, scoppia il caos. Il terrore è senza tregua mentre i protagonisti danno uno sguardo a quello che Maggie e il suo gruppo hannno sopportato prima di ritornare ad Alexandria. Nel frattempo chi è stato catturato dagli strani militari vengono spostati in un’altra location sconosciuta.

In Acheron: Part II il gruppo scopre che uno di loro non è riuscito a mettersi al sicuro dentro il vagone della metropolitana. Essendo circondati dagli zombie, ritornare nel tunnel per andare alla ricerca di chi è disperso sembra andare incontro a morte certa. Tutti gli sguardi sono rivolti verso Negan come regola per sopravvivere ai turni necessari a sopravvivere. Non si tratta più di una situazione in cui si cerca di non lasciare nessuno da solo ad affrontare il proprio destino e il motto ora è ‘Andiamo avanti’. Con poche munizioni ed energie ancora a disposizione, il gruppo deve prepararsi mentre gli zombie hanno trovato un modo per entrare nel vagone della metropolitana. Nel frattempo, Daryl affronta la sua situazione infernale personale provando a trovare Cane e si imbatte in più di quello che si aspettava. Yumiko mette in discussione le procedure in vigore nel Commonwealth, situazione che mette a rischio il suo futuro e quello di EugeneEzekiel e Princess.

La première in due parti è stata diretta da Kevin Dowling (The Americans) ed è stata scritta dalla showrunner Angela Kang, oltre a essere prodotta da Jim Barnes.

 

Fonte: Comicbook