Woody Allen ha scelto Miley Cyrus per la sua serie dopo averla vista in Hannah Montana

woody allen banner
In occasione della sua partecipazione al Festival di Cannes con Cafè Society, che verrà distribuito negli USA da Amazon Studios, Woody Allen ha parlato all’Hollywood Reporter della serie tv a cui sta lavorando proprio per Amazon:

Come proseguonoi lavori della tua serie su Amazon?

Entro domani avrò finito il montaggio e sarà pronta. Sei episodi da mezz’ora ciascuno.

C’è già un titolo?

No, non ho in mente alcun titolo… però sono sei episodi da mezz’ora. E poi finisce. Non è il tipo di serie che puoi portare avanti all’infinito. È una storia. È una commedia con protagonisti io, Elaine May e Miley Cyrus, una commedia domestica ambientata alla fine degli anni sessanta. Speriamo che piaccia alla gente. Non penso che avrà un seguito, un fandom… posso assicurarvelo.

Quando hai incontrato Miley Cyrus per la prima volta?

Per questo progetto. L’avevo notata anni fa, quando i miei figli vedevano Hannah Montana. “Chi è quella ragazza? È davvero brava. È in grado di recitare quelle battute veramente bene. La serie è veramente una stupidata, ma lei è veramente bravissima”, mi sono detto. Poi è diventata una cantante e qualcuno mi ha mostrato una clip di una puntata del Saturday Night Live condotto da lei, e ho esclamato: “Confermo quello che ho sempre pensato su di lei: è davvero brava e ha tantissimo talento”. Voleva prendersi una pausa, ma ha accettato di partecipare alla serie perché il ruolo le interessava. E così ci siamo incontrati qui.

In questa sala da proiezioni dove siamo seduti ora?

Esattamente qui. Un giorno è venuta qui, mentre c’erano i responsabili del casting. Abbiamo parlato qualche minuto, una conversazione per conoscersi. Ma volevo ingaggiarla. Non mi servivano quei cinque minuti di chiacchericcio.

L’anno scorso sembravi pentito di aver accettato di realizzare una serie tv. Lo sei ancora?

È stato ancora più difficile di quello che pensavo. Pensavo: “Infilerò questo progetto tra due film e via, d’altronde che problema c’è? È televisione” Ma negli anni la televisione ha fatto dei passi avanti giganteschi, e sono state realizzate cose incredibili. E così mano a mano che ho iniziato a lavorare a questo progetto mi sono reso conto che non potevo realizzarlo rapidamente, perché non è la televisione di cinquant’anni fa, dove veniva accettato qualsiasi prodotto. Stiamo lavorando in un medium che è cresciuto. Certo, puoi sempre fare qualcosa di imbarazzante, ma non vuoi che sia troppo imbarazzante!

Non guardi altre serie tv? Mad Men, Breaking Bad?

No. Non sono mai a casa mia, non mi viene in mente. Di solito esco a cena con gli amici e quando rientro a casa sono stanco e voglio vedere l’ultimo tempo della partita dei Knick o gli ultimi inning della partita degli Yankee o dei Mets. Non mi interessa.

Farai altri progetti televisivi con Amazon?

No, non penso. L’unico altro accordo che abbiamo è per la distribuzione di Cafe Society. Uscirà al cinema, e poi ariverà in streaming.

La serie andrà in streaming su Amazon più avanti quest’anno.

 

Le serie imperdibili

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.