Pubblicità

His Dark Materials – Queste oscure materie 2×03 “Il furto”/2×04 “Il portatore della lama”: la recensione

Spoiler
His Dark Materials - Queste Oscure Materie
ideata da Jack Thorne
BBC One
Attenzione: l'articolo contiene spoiler
His Dark Materials 2×03 “Il furto”/2×04 “Il portatore della lama”: la recensione

Il terzo e il quarto episodio della seconda stagione di His Dark Materials – Queste oscure materie segnano non solo la metà della stagione, ma anche la metà della serie tv. Lo possiamo finalmente dire con certezza, lo show BBC e HBO avrà una terza stagione che adatterà Il cannocchiale d’ambra di Philip Pullman. Quella che sembrava un’impresa impossibile, adattare questa trilogia fantasy così controversa con i suoi temi e le sue provocazioni, diventerà realtà. Molti di quei conflitti e di quei temi provocatori esplodono proprio in Il furto e Il portatore della lama, terzo e quarto episodio della stagione.

Sono rivelazioni che contribuiscono ad elevare il ritmo della stagione, che con queste due puntate conferma i segnali positivi visti la scorsa settimana. His Dark Materials, sotto l’impulso di una mitologia più forte e di uno scontro epocale, riesce a raccontarsi meglio. La stessa scrittura di Jack Thorne tende a valorizzare l’importanza di quel che sta accadendo. Rifacendosi ad alcuni classici stilemi del genere, si parla di profezie, di una grande battaglia rimandata a lungo tra due schieramenti enormi, e del fatto che da questo scontro dipenderà il destino dei mondi. C’è più piacere nel raccontare questa trama, e meno sofferenza nell’esposizione.

His Dark Materials non ha la disponibilità o la ricchezza che gli permette di raccontare un “altrove” straordinario e universi affascinanti, ma riesce a superare quel limite cercando grande importanza nella propria storia. Che si racconta in modi diversi secondo scale più piccole o grandi. Qui si fa cenno alla Lama sottile e al fatto che cerca un nuovo portatore. Lo troverà in Will, che imparerà in breve tempo a maneggiarla e ad aprire i famosi tagli tra i mondi. Eppure la scrittura ci dà anche piccoli tocchi nel rapporto tra lui e Lyra, nell’intimità che si sta creando tra i due, nel fatto che Pan, il daimon di Lyra, conceda di essere toccato da Will.

Ma la storia funziona anche secondo scale più grandi, davvero molto più grandi. È il caso della ricercatrice Mary Malone, che riesce a stabilire un contatto con la Polvere. E qui la serie costruisce tutta la sua provocazione, nella mescolanza di scienza, fede, figure angeliche. Cos’è la Polvere? La risposta non arriva definitivamente, e comunque quel che ci viene detto ha bisogno di essere elaborato ulteriormente.

Questi sono anche gli episodi che restituiscono a Lee Scoresby un pieno ruolo nella storia e ci permettono di empatizzare meglio con lui rispetto a quanto avevamo fatto fino ad ora. Lo vediamo chiaramente appassionato alla ricerca che gli è stata assegnata, ma anche determinato a proteggere e aiutare Lyra come possibile. Forse identificandosi come padre, per lui che non ha avuto figli, rispetto a Asriel e John Parry, che invece i loro figli li hanno abbandonati.

His Dark Materials – Queste oscure materie va in onda su Sky Atlantic e NOW TV ogni lunedì.

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.