La recensione della stagione 1 di Odio il Natale, dal 7 dicembre su Netflix

Se si uniscono Bridget Jones a Guida astrologica per cuori infranti, aggiungendo tra gli ingredienti l’atmosfera natalizia e una comunità suggestiva come quella di Chioggia, si ottiene Odio il Natale, la comedy con star Pilar Fogliati in arrivo su Netflix.
Il progetto è un adattamento di Natale con uno sconosciuto, la serie norvegese di Per-Olav Sorensen, e in sei episodi diretti da Davide Mardegan e Clemente De Muro, offre una visione piacevole e senza particolare impegno che immerge gli spettatori nell’atmosfera natalizia, evitandone però gli elementi più zuccherosi e sostituendoli con una buona dose di ironia, evitando al tempo stesso di scivolare nel cinismo.

La trama di Odio il Natale

Al centro della trama c’è la trentenne Gianna (Fogliati) che ogni anno deve fare i conti con i giudizi, piuttosto invadenti e ingiustificati, della madre che la vorrebbe sposata e madre e con chi al lavoro l...