So cosa hai fatto, la recensione

Dopo i film degli anni ’90, So cosa hai fatto ritorna sugli schermi, questa volta televisivi di Amazon Prime Video, con una serie che prova a offrire un approccio più contemporaneo al romanzo scritto da Lois Duncan nel 1973, ottenendo però, almeno con i primi episodi, un risultato al di sotto delle aspettative e deludente.

La storia del progetto scritto e prodotto da Sara Goodman si sviluppa partendo dall’ormai conosciuto spunto narrativo dell’incidente che stravolge la vita di un gruppo di teenager, disposti a tutto pur di mantenere il segreto e proseguire con la propria vita come se non fosse accaduto nulla.
La serie, fin dal primo episodio, mostra infatti quanto successo durante la notte successiva alla fine del liceo e le letali conseguenze delle loro scelte a distanza di un anno.
Il ritorno a casa di Lennon (Madison Iseman), dopo i mesi trascorsi all’università, sembra scatenare l’ira di un killer che sa la verità sull...