Star Wars: The Clone Wars (settima stagione): la recensione

Alla fine, Star Wars: The Clone Wars è sempre stata la storia di Ahsoka e dei cloni, e la settima stagione lo ha confermato. La più grande intuizione della serie animata di Dave Filoni è stata quella di offrire una prospettiva ravvicinata sui campi di battaglia disseminati per tutta la galassia partendo dallo sguardo dei semplici soldati. Rex e gli altri sono stati in più occasioni i veri protagonisti della storia, ma in prospettiva ne sono anche le vittime più grandi. Nati per combattere, per obbedire, per morire, senza poter aspirare ad altro. Sono figure che lottano per avere un’individualità che la loro natura stessa non gli concederebbe, e che alla fine diventano armi umane per il tradimento più grande.

È chiaro allora che la settima stagione di The Clone Wars, nel raccontare gli eventi paralleli a La vendetta dei Sith e quindi all’Ordine 66, non può lasciarsi sfuggire questa occasione. Lo ha fatto, n...