Supergirl 6×05 “Prom Night”: la recensione

Una degli aspetti più sorprendenti dell’episodio 6×05 di Supergirl è che la storyline dedicata al viaggio nel tempo intrapreso da Brainy e Nia sia suddivisa in due parti, con la successiva puntata, intitolata Prom Again!, ad andare in onda la prossima settimana.
Ma a ben guardare la struttura di questa stagione e le indiscusse difficoltà che gli autori stanno affrontando tra la pandemia e la minore disponibilità della protagonista, è facile comprendere perché si sia scelto di far tornare in gioco gli stessi attori che hanno già interpretato, con indiscusso successo, una versione più giovane di alcuni dei protagonisti dello show.

Il 6° episodio della 3^ stagione, intitolato Midvale, era stato il primo ad introdurre Izabela Vidovic e Olivia Nikkanen nei loro rispettivi ruoli di Kara e Alex, ma se quella puntata era servita per lo più a dare agli spettatori una backstory di questi personaggi, Prom Night ha soprattutto lo scopo di dare risalto allo stato emotivo di Brainy e Nia ed aiutarli con le sfide che stanno entrambi affrontando, il tutto accompagnato da una certa ironia, perfettamente impersonata da Jesse Rath e Nicole Maines, che rappresentano lo stereotipo dello studente nerd ed un po’ impacciato che, nel passato, sarebbe probabilmente entrato per affinità nella cerchia di amici delle sorelle Danvers.

Dopo una serie di episodi piuttosto dark ed intensi Prom Night è soprattutto il perfetto mezzo per ricordare che questa serie è principalmente nata con lo scopo di intrattenere con leggerezza e sa farlo al meglio proprio con puntate un po’ goffe e buffe come questa, che rappresenta il giusto equilibrio tra divertimento ed evoluzione dei personaggi.

Se a questo aggiungiamo la presenza di una brillante Eliza Helm nel ruolo di una giovane Cat Grant, che riesce perfettamente a ricalcare le movenze e gli atteggiamenti di Calista Flockhart, l’intrattenimento è assicurato. In un evidente e netto cambio di direzione, giustificato da un evento che si svolge post-crisi, gli autori hanno inoltre rimesso in gioco il personaggio di Kenny (Peter Sudarso), il cui omicidio Kara ed Alex investigavano in Midvale, per farlo tornare a sorpresa come prima ragazzo di Kara, con cui lei ha deciso di condividere il segreto della propria origine.

Oltre ad affrontare il tormento di Nia nel non riuscire ad interpretare i suoi sogni, privata della guida della madre e riportata in un tempo in cui la tentazione di contattarla ed incontrarla si fa quasi dolorosa e la sfida di Brainy di affrontare la vita senza il suo inibitore di emozioni, l’episodio 6×05 di Supergirl torna anche ad affondare le radici nel complesso rapporto tra le sorelle Danvers, con una giovane Alex ancora combattuta tra il desiderio di vivere la sua vita e realizzare i propri sogni e la necessità di dover invece rivoluzionare ogni sua scelta per proteggere una sorella apparentemente ingrata, che agisce senza curarsi di proteggere la propria identità ed il proprio segreto.

Senza indagare troppo sulle conseguenze di questo viaggio nel tempo, con tutti i paradossi che si trascina inevitabilmente dietro una simile iniziativa, Prom Night è probabilmente l’episodio più riuscito di questa 6^ ed ultima stagione di Supergirl, il che potrebbe però anche essere interpretato come un campanello di allarme, considerato che non coinvolge quasi nessuno degli attuali protagonisti dello show.

La 6^ stagione di Supergirl va in onda negli Stati Uniti ogni martedì su The CW, mentre è ancora inedita in Italia.