È tornato The Walking Dead, e non ci aspettavamo di certo che l’avrebbe fatto con così grande stile. A partire dal prologo ben costruito, ansiogeno ed efficace. Guardando l’episodio, per una volta chi conosce i fumetti può dimenticare qualsiasi riferimento, perché completamente coinvolto dalla storia, dal suo ritmo e dai dialoghi costruiti ad hoc. Si annulla anche la minaccia di Negan, che sappiamo essere incombente, perché in “No Way Out – Nessuna via d’uscita” bisogna pensare ad altro.

Sarebbe lunghissimo parlare di tutti i personaggi, però finalmente sono tutti riuniti, le storyline si amalgamano assieme per unico scopo: quello dell’unione e della difesa di Alexandria. Il discorso di Deanna trova finalmente modo di palesarsi.

Rick, Jesse, Sam, Ron, Gabriel, Michonne e Judith sono ancora ricoperti dalle budella degli erranti, continuano a camminare cercando di non farsi sentire e notare. Questa sequenza così come quella con il lupo e...