Gli incubi di Twin Peaks sono popolati di voci al contrario, stanze dai motivi geometrici arredati con tendaggi teatrali. Ci sono omicidi, logge nere ed entità cosmiche. Ma soprattutto c’è BOB. Un volto che si stampa indelebile ogni volta che un neofita osserva la sua terrificante apparizione. Il letto di casa, un oggetto caldo, rilassante, in cui abbandonarsi al sonno, ha lasciato libero il mostro che vive al di sotto.

Quasi a condividere la sorte dei personaggi di Twin Peaks anche l’attore Frank Silva è stato legato per tutta la sua vita al personaggio. Un “doppio” artistico, un carattere fittizio che gli ha lanciato la carriera e al contempo l’ha imprigionato. Frank Silva era quanto di più distante da BOB. Era all’opposto del suo personaggio: un tipo solare, allegro, vitale e consapevole del suo aspetto inquietante con cui amava giocare.

Ma chi era Frank Silva fuori dal set? Qual è la sua storia di successi e crisi finita tragicamente troppo presto?
Il sito web We...