Peaky Blinders: chi è Oswald Mosley? La vera storia del personaggio interpretato da Sam Claflin

Spoiler
Peaky Blinders
ideata da Steven Knight
BBC Two
La serie è diffusa da Netflix
Attenzione: l'articolo contiene spoiler

Dal 10 giugno è finalmente disponibile su Netflix la sesta e ultima stagione di Peaky Blinders. Negli ultimi episodi abbiamo ritrovato Cillian Murphy, Sophie Rundle, Tom Hardy ma anche Sam Claflin, che riprende i panni di Oswald Mosley, un politico fascista realmente esistito introdotto nella stagione precedente. Cogliamo allora l’occasione per scoprire chi era veramente Mosley e come la sua vita continua dopo gli eventi narrati nella serie.

Chi era il vero Oswald Mosley?

Nato nel 1869 nel quartiere Mayfair di Londra da una famiglia benestante, il giovane Oswald è allevato principalmente dalla madre e dai nonni dopo la separazione dei genitori. Frequenta il Winchester College per poi entrare come cadetto alla Royal Military Academy di Sandhurst. Allo scoppio della Prima Guerra Mondiale entra nella sedicesima unità di cavalleria dei Lancieri della Regina ma si offre presto volontario per unirsi ai Royal Flying Corps e ottenere il brevetto di pilota.

Nel 1915, mentre si esibisce davanti a sua madre all’aeroporto di Shoreham, si schianta con l’aereo e si rompe gravemente la caviglia. Viene comunque inviato nuovamente in trincea sul fronte occidentale con il suo reggimento di cavalleria, ma, poiché la gamba non guarisce, viene rimandato a casa, per trascorre il resto della guerra dietro una scrivania del Ministero delle Munizioni e del Ministero degli Esteri.

Al termine del conflitto, decide di entrare in politica: ha appena 21 anni quando viene eletto deputato per il collegio di Harrow alle elezioni generali del 1918. Inizialmente fa parte dei conservatori, ma poi si scontra presto con il partito in merito alla politica irlandese e si dimette per diventare deputato indipendente, mantenendo il suo seggio per altre due elezioni generali. Con l’evolversi delle sue idee politiche, Mosley si iscrive al Partito Laburista e decide di contendere il seggio di Neville Chamberlain a Birmingham, ma viene sconfitto alle elezioni del 1924. Trascorre i due anni successivi lavorando con il Partito Laburista Indipendente per sviluppare delle proposte in campo economico, attirando consensi per i suoi attacchi al governo sul fronte dell’abbassamento dei salari dei lavoratori.

Nel 1926 riesce a rientrare in Parlamento vincendo un’elezione suppletiva a Smethwick come deputato laburista. Nel 1931, in disaccordo con la politica del governo, si dimette dal Partito per fondare il New Party, giusto in tempo per le elezioni generali previste per quell’anno, in cui però perde il suo seggio. Nel 1932, Il New Party diventa l’Unione Britannica dei Fascisti e Mosley il suo leader.

Questo Partito non ottiene mai alcun seggio parlamentare ed elegge solo una manciata di consiglieri locali. Tuttavia, con la crescita del nazismo in Germania, inizia nuovamente a raccogliere sostenitori, grazie alla sua campagna “di pace” per evitare una seconda guerra mondiale appoggiando i nazisti. I membri aumentano e i raduni fascisti di Mosley diventano sempre più popolari.

Oswald Mosley in Peaky Blinders

Nella quinta stagione di Peaky Blinders, incontriamo Mosley nel 1929, quando viene nominato Cancelliere del Ducato di Lancaster nel nuovo governo laburista. Si presenta per la prima volta a Tommy Shelby dopo aver tenuto un discorso in parlamento, affermando di aver fatto delle ricerche su di lui e di essere sorpreso nel vedere una persona con la sua storia in una posizione di potere politico. Ada Shelby però aveva avvertito suo fratello che Mosley si stava avvicinando al fascismo, consigliandogli di non incontrarlo. Mosley ammette di essersi rivolto a Tommy per chiedergli un aiuto per gli affari a Londra, ma quest’ultimo rifiuta, facendogli osservare che Birmingham è il suo collegio elettorale. Le azioni di Mosley diventano presto note a Winston Churchill, che si incontra con Tommy per chiedergli di fare tutto il possibile per fermare la rivoluzione. Churchill infatti è al corrente del complotto per l’assassinio di Mosley che Tommy sta preparando reclutando il suo ex amico Barney. L’omicidio viene pianificato la sera di un comizio di Mosley a Birmingham, quando anche Tommy è sul palco, in modo da tenere a bada il sospetto che i Peaky Blinders siano coinvolti. Ma l’attentato fallisce e Mosley riesce a fuggire vivo.

Nella sesta stagione, lo troviamo con la compagna Diana Mitford, dopo che la prima moglie, Cynthia, è morta di peritonite. Nel corso degli episodi, la coppia ha diversi incontri con Tommy, in cui discutono del futuro dell’Inghilterra. Nell’ultimo, i due annunciano che si sposeranno a Berlino davanti ad Adolf Hitler, offrendo a Tommy un invito alle loro imminenti nozze.

Cosa accade dopo gli eventi della sesta stagione?

Nella realtà, la coppia effettivamente si sposa in segreto in Germania nel 1936, a casa del leader della propaganda nazista Joseph Goebbels, con Adolf Hitler come ospite speciale; l’unione viene resa pubblica solo nel 1938, alla nascita del loro primo figlio.

Nel 1940, l’Unione Britannica dei Fascisti viene bandita dal governo e Mosley internato per gran parte della Seconda Guerra Mondiale nella prigione di Holloway, insieme alla moglie e a centinaia di altri fascisti britannici. Quando viene rilasciato, il suo movimento politico è ormai morto. La sua associazione con il fascismo, Mussolini e Hitler lo aveva disonorato politicamente e non avrebbe mai più attirato tanto sostegno quanto prima.

Dopo la guerra, Mosley forma l’Union Movement, chiedendo un unico Stato nazionale che coprisse l’intero continente europeo. Molti partecipano ai suoi comizi, ma Mosley va incontro anche a una forte opposizione e diffidenza. Nel 1951 lascia il Regno Unito per andare a vivere all’estero, ma fa ritorno nel 1959, presentandosi alle elezioni generali con un programma fortemente incentrato sull’ anti-immigrazione. Tra le sue richieste, il rimpatrio forzato degli immigrati caraibici e il divieto di matrimoni misti. Nel 1966 si candida nuovamente al Parlamento, ma senza successo. Torna così in Francia, dove lavora alla sua autobiografia e muore nel 1980.

Avete già visto la sesta stagione di Peaky Blinders? Cosa ne pensate? Fatecelo sapere con un commento qui sotto oppure, se preferite, sui nostri canali social.

Potete rimanere aggiornati sullo show grazie ai contenuti pubblicati nella nostra scheda.

Fonte: RadioTimes / DailyMail

I film e le serie imperdibili

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.

Mostra il palinsesto